You are here: Home Lombardi nel Mondo Eccellenze Lombarde Giovani Giovani lombardi nel mondo: Pier Lorenzo Garcia
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Giovani lombardi nel mondo: Pier Lorenzo Garcia

Ha partecipato alla recente Conferenza dei Giovani Italiani nel Mondo come delegato dall'Ecuador. E' nato 30 anni fa ed ha svolto un Master all’Università Bocconi di Milano

-        Puoi fornirci una tua breve presentazione?

 

Mi chiamo Pier Lorenzo García Salvarezza, mio padre è ecuatoriano e mia madre italiana nata a Genova e cresciuta a Milano.  Io sono nato a Guayaquil (Ecuador) un 24 giugno del 1978, son sempre vissuto li tranne un anno (2006) che ho studiato un Master alla SDA Bocconi a Milano.  Fin da piccolo ho sempre viaggiato in Italia a trovare i nonni materni a Milano e tutti i parenti e amici in Liguria, Veneto ed il Friuli.

 

-       Come giudichi la tua partecipazione alla prima Conferenza dei Giovani Italiani nel Mondo?

 

Penso che la Conferenza sia stato un evento di importanza trascendentale per tutto cio che ha rappresentato in termini di scambio di idee e percezioni tra tutti i giovani italiani che sono residenti all'estero, sia di prima che di seconda, terza o quarta generazione.  Io ho partecipato nel gruppo tematico "Mondo del lavoro e lavoro nel mondo" ed il mio contributo e stato quello di esprimere la realta dei giovani italiani in Ecuador con rispetto al nostro livello de conoscenza e partecipazione dentro il Sistema Italia dal punto di vista del lavoro, l'imprenditorialita e lo scambio commerciale.

 

-        Quali, tra le varie proposte elaborate dai gruppi di lavoro, è quella che ti pare maggiormente importante da realizzare?

 

Più che importante penso che come priorità 1, un primo passo, sia il fatto di stabilire mezzi di communicazione formali e strutturati tra i giovani e tutti gli attori istituzionali coinvolti.  Se non ci sono mezzi adequati per la circolazione dell' informazione sarà molto difficile sviluppare le altre proposte.

 

-        Puoi raccontarci la storia delle tue origini lombarde?

 

Mia madre ha vissuto a Milano da quando aveva 5 anni, avendo lei la residenza lì quando sono nato son stato iscritto all' AIRE del Comune di Milano.

 

-        Qual è il tuo rapporto attuale con la tua Regione d'origine, la Lombardia e la tua Provincia?

 

Riconosco che ce un minimo contatto, pero devo dire che grazie ad un programma proposto dalla Camera di Commercio di Milano e l'Università Bocconi ho potuto realizzare un Master in suddetta Università con mezza borsa di studio.

 

-        Il Portale Lombardi nel Mondo è uno strumento giornalistico nato per rafforzare i legami tra la Lombardia e i suoi emigrati. Quali strumenti utilizzi per rimanere informato su quanto accade nella tua Regione d'origine e in Italia?

 

Il principale mezzo e RAI International (TV).  Su Internet ricevo e-mail informativi dalla Agenzia Internazionale Stampa Estero (AISE).

 

-    La Regione Lombardia sta elaborando una nuova legge regionale a favore degli emigrati lombardi. Quali tra le seguenti priorità (accesso alla formazione, accesso al sistema universitario, accesso al mondo del lavoro e al sistema produttivo, rafforzamento delle banche dati per le ricerche familiari o altro) ritieni dovrebbero maggiornamente essere valorizzate all'interno della nuova legge?

 

Tutti sono temi importanti.  Come giovane considero di alta priorità l'accesso alla formazione, sistema univesitario e mondo del lavoro.

 

-          Partecipi alla vita delle associazioni lombarde ed italiane all'estero o di organismo quali il Comites? Che futuro vedi per l'associazionismo italiano all'estero?

 

Partecipo al mondo dell'associazionismo come membro del Direttorio della Societá di Assistenza Garibaldi, una delle piu antiche in Sud America.  Sono socio fondatore della Camera di Commercio Italiana in Ecuador e dall'anno scorso, con altri giovani, stiamo organizando la prima associazione di giovani italiani in Ecuador, "Rinascimento", che nasce grazie all'iniziativa del CGIE ed il COMITES.  Penso che attualmente l'associazionismo deve cercare di avvicinarsi alle giovani generazioni, bisogna ripensare il loro ruolo e pensare a come si puo coinvologere la maggior quantita di giovani; in questo senso credo che la Conferenza sia stato un punto di partenza che pero ha bisogono di continuità.

 

-          Conosci le associazioni lombarde di emigrazione presenti in Lombardia (ad es. Bergamaschi nel Mondo, Mantovani nel Mondo, Gente Camuna, Valtellinesi, ecc.)

 

Non ho ancora avuto il piacere di conoscere queste associazioni!

 

Intervista a cura della Redazione Lombardi nel Mondo

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali