Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Eccellenze Lombarde Impresa e professioni Professionisti lombardi nel mondo: Giovanni Perini
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Professionisti lombardi nel mondo: Giovanni Perini

A sei anni ha seguito i genitori che si sono trasferiti in Centro America. Lì, sulle spiagge dell'Oceano Pacifico, ha scoperto l'amore per il surf. E il suo talento lo porta a sognare il tiolo mondiale. Ma è anche uno studente modello.

E’ mantovano il giovane principe del surf in Costarica. Si chiama Giovanni Perini Pasolini, ha sedici anni, e nonostante abbia la nebbia padana nelle vene è diventato un surfista affermato, lanciato alla conquista del titolo mondiale. Non aveva compiuto ancora sei anni quando, nel 1993, seguì i suoi genitori che decisero di trasferirsi nel paese centroamericano. Il papà Massimo, impiegato alla Belleli finito in cassa integrazione, e la mamma Giuliana, dipendente dell’Azienda di Promozione Turistica con una forma acuta di asma, decisero di cambiare vita e aprire un supermercato, così Giovanni si trovò a imparare lo spagnolo e giocando sulle spiagge dell’Oceano Pacifico scoprì il surf.

 

Fu amore a prima vista: Giovanni aveva appena sette anni, ma una sensibilità innata per le onde. Impara da autodidatta, sino a quando, quattro anni dopo, la federazione costaricense di surf organizza un torneo nazionale in giro per il paese, scoprendo il talento di quel bambino nato a Mantova. Una gara dopo l’altra Giovanni Perini Pasolini è diventato un personaggio, con l’ambizione di concorrere al titolo mondiale.

 

 

 A Igor Cipollina della “Gazzetta di Mantova” racconta: l’emozione che si prova prima di prendere un’onda, quando la si vede all’orizzonte, è indescrivibile. E poi, quando la cavalchi, consapevole del rischio, hai una scarica di adrenalina”. Ma Giovanni Perini Paoslini non è solamente un campione in erba, è anche uno studente modello, praticamente da record. A sedici anni è già iscritto all’università, primo anno di economia e commercio, perché ha saltato due anni di scuola elementare, la prima e la quarta. Ed è curiosa la risposta che dà a chi gli chiede come si possano conciliare studio ed allenamenti, almeno quattro ore al giorno tra le onde: “Mi metto sui libri quando c’è bassa marea”.

 

A Mantova torna una volta l’anno, d’inverno di regola, poi via, verso l’Oceano, visto che lungo il Mincio e le sponde dei tre laghi intorno alla città dei Gonzaga di onde da surf non se ne sono viste mai.

 

Luciano Ghelfi

 

 

 

Nella foto: Giovanni Perini Pasolini in azione. Dalla "Gazzetta di Mantova

 

www.gazzettadimantova.it

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…