Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Eccellenze Lombarde Impresa e professioni Professionisti lombardi nel Mondo: Ivan Bertoli
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Professionisti lombardi nel Mondo: Ivan Bertoli

Trenta cinque anni, originario di Brescia, è un imprenditore emigrato nel 2001 in Paraguay, alla ricerca di nuove esperienze di vita, sia personali che professionali, stanco del “vivere per lavorare”.

1 Ci può fornire i suoi dati di presentazione?

 

Sono Ivan Bertoli, nato a Brescia il 18-05-1975, di professione imprenditore.

 

2.     La sua famiglia o Lei in che anno è emigrata? Perchè?

 

Sono emigrato nel 2001, alla ricerca di nuove esperienze di vita, sia personali che imprenditoriali, stanco del “vivere per lavorare”...

 

3.     Ricordi del viaggio?

 

Lungo, molto lungo... a tappe, Spagna (Galizia), Venezuela (isola Margarita), Colombia (Cartegena de las indias), di nuovo Spagna e finalmente il mio arrivo in Paraguay.. Sicché ricordi moltissimi, se dovessi scelglierne uno chissá racconterei di un signore francese (anzi direi un cittadino del mondo), vicino nel viaggio in aereo a Paraguay, che fece di tutto per convincermi che la terra paraguaya sarebbe diventata la mia nuova patria, dicendomi che mai aveva conosciuto gente fantastica come la paraguayana... e dopo tanti anni, direi che aveva ragione!!!

 

4.     La professione o dei suoi familiari/discendenti  in Italia?

 

artigiani, pensionati

 

5.     Come ricorda, ricordano o ricordavano l’ Italia?

 

Con tanto affetto... nostalgia a volte, soprattutto di odori e sapori tipici nostri... a volte con preoccupazione, dopo aver letto le notizie in internet o parlato con famigliari o amici che vivono ancora la... quando penso un po piú a fondo, mi ricordo lo stress della vita lá, il progressivo ma inesorabile deterioramento dei valori civili, la costante voglia di lamentarsi della situazione e allo stesso tempo la poca iniziativa per migliorare la stessa, la grande ipocrisia...

 

6.     Quali sono stati gli ostacoli più complessi all’arrivo nel nuovo paese?

 

sinceramente non saprei... chissá direi inserirsi socialmente non conoscendo bene la lingua (sopratutto i modismi), lottare con gli stereotipi con i quali vengono identificati gli italiani,  adattarsi a un sitema di governo e di fare politica completamente distinto al nostro....

 

7.  Ci sono tradizioni italiane (gastronomiche, patronali, familiari, canzoni che ricorda si cantavano o si cantano spesso) che si continuano a seguire? Quali?

 

praticamente tutte, meno le patronali... cucino sempre ricette tipiche per me e per gli amici, discografie complete di tutti i miei cantanti preferiti, domeniche vedendo l` INTER, compro libbri in italiano via internet...

 

8.  Secondo Lei,  quali sono i punti in comune tra i due paesi?

 

principalmente l`attaccamento alla famiglia, la voglia di superarsi sempre e,  la passione sfrenata per il calcio, l` associativismo,  el eterno ottimismo e la fervorosa religiositá..

 

9.  In quali situazioni sente di "agire" da italiano e in quali no? Perchè?

 

devo risponder davvero????.. jajajajaj,...no, parlando seriamente, credo che nei ristoranti, dove siamo sempre tanto esigenti.... o nel campetto di calcio con gli amici, sempre discutendo le decisioni arbitrali...  nelle accalorate diatribe politiche o ne battibecchi calcistici...li mi riconosco ancora come italiano jajajaj!!! In quali no? Per esempio, quando, in discussioni con amici, sostengo che in Paraguay ci vogliono piú tasse!!!!

 

10.  Qual`è il suo rapporto con la Regione Lombardia?

 

sempre ottimo, nostalgico.... cercando di essere un ambasciatore civile delle bellezze della nostra terra

 

11.  Qual`è il suo rapporto con la lingua italiana? E la cultura italiana?

 

intenso...parlando italiano praticamente tutti i giorni e partecipando di quasi tutte le iniziative a favore dell´avvicinamento fra le 2 culture, prestando libbri o dvd italiani, facendo ascoltare i miei cantanti preferiti...

 

12.  Ha visitato recentemente l’ Italia? Osservazioni.

 

purtroppo é dal 2002 che non torno...

 

13.  Ci parli di lei: Osservazioni personali, storie, racconti o aneddoti.

 

questo lo lasciamo per un altro giorno.... in veritá sempre ridiamo con un amico della possibilitá di scrivere un libbro delle mie storie aneddotiche, perció, per favore, abbiaite pazienza e aspettate la pubblicazione!!!!!

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Altro…