Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area opportunità Borsa di Ricerca Alessandro Di Battista 2016-17
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Borsa di Ricerca Alessandro Di Battista 2016-17

La Borsa di Ricerca consente ad un giovane economista italiano di essere distaccato temporaneamente presso l’OCSE per condurre analisi di politica fiscale e acquisire esperienza al CTPA di Parigi

Il Governo italiano, in collaborazione con il Centro per le Politiche e l’Amministrazione Fiscali (CTPA) dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) ha istituito nel 2002 la Borsa di Ricerca Alessandro Di Battista.

E’ co-finanziata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano in memoria del giovane economista Alessandro Di Battista, distaccato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze presso l’OCSE per lavorare nel campo dell’analisi fiscale e scomparso prematuramente nel 2001.

L’obiettivo principale della Borsa è di consentire ad un giovane economista italiano di essere distaccato temporaneamente dal suo attuale datore di lavoro presso l’OCSE per condurre analisi di politica fiscale e acquisire esperienza al CTPA di Parigi per un periodo totale di 12 mesi. La posizione è finanziata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano e consente al candidato selezionato di ricevere un’integrazione alla propria regolare retribuzione nell'organizzazione di appartenenza pari a Euro 3.000,00 mensili, quale riconoscimento delle relative spese supplementari. Il termine di presentazione  della domanda è  il 6 dicembre 2015.

Fonte: www.esteri.it

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…