Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area opportunità E’ tempo di vacanze all'estero: alcuni consigli per viaggiare più sicuri
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

E’ tempo di vacanze all'estero: alcuni consigli per viaggiare più sicuri

25 luglio 2018 - Estate, tempo di vacanze, magari all'estero. Un accorto turista lo sa bene: prima di partire per qualsiasi viaggio bisogna essere preparati. Mai come oggi, infatti, viaggiare sicuri è importante per trascorrere una bella vacanza e per non incorrere in spiacevoli imprevisti

 

 

di Maurizio Pavani

 

 

L’incolumità degli italiani all'estero, può essere messa in pericolo da molti fattori: a  Zanzibar come in altri Paesi al mondo, per esempio, la Malaria non è stata debellata del tutto così come la Legionella o Legionellosi, recentemente balzata alle cronache anche in molte zone del nord, centro e sud d’Italia.

Tifoni e uragani possono invece abbattersi nel sud-est asiatico, ai Caraibi e Oceania.

Tutto il mondo è Paese. Atti violenti contro i turisti sono purtroppo frequenti un po’ dappertutto, in particolare le statistiche segnalano una crescente frequenza in Mali, Malawi, Gambia, Ghana e anche a Capoverde. Poi ci sono le aree geografiche a rischio disordini e terrorismo: Egitto, Libia, Turchia, Giordania, Siria, Iran, Iraq etc.

ViaggiareSicuri e Dovesiamonelmondo: sono due servizi che la Farnesina rilancia in periodo di vacanze e di spostamenti all'estero per informare un numero sempre maggiore di cittadini.

Nel pianificare un viaggio all'estero - per turismo, per lavoro, per studio, per solidarietà, per sport - bastano pochi click su ViaggiareSicuri, popolare portale consultato ogni anno da milioni di persone, per farsi un'idea chiara delle condizioni di sicurezza nel Paese di destinazione, delle avvertenze relative a specifiche aree sensibili, dei comportamenti più adeguati ai quali attenersi durante il soggiorno.

Registrando il proprio viaggio su Dovesiamonelmondo, si può restare in contatto con l'Unità di Crisi, facilitando l'assistenza in caso di emergenza.

La campagna di comunicazione punta infatti su tutte le tipologie di persone che vanno all'estero. Ecco qualche consiglio utile per viaggiare in tutta sicurezza:

1) prima di partire consultare sempre il sito della Farnesina, ViaggiareSicuri, il punto di partenza di qualsiasi vostra vacanza, soprattutto se avete scelto delle mete “non tradizionali”.

Quando si viaggia è sempre necessario partire con un po’ di buon senso: sarebbe un peccato non riuscire a godersi le bellezze di un luogo perché si ha paura o, al contrario, ci si avventura in zone pericolose senza esserne consapevoli, oppure ci si viene a trovare in zone carenti sotto il profilo dell’assistenza sanitaria, minima di base.

Per ogni paese selezionato, nel portale potete trovare:

  • informazioni generali sulla documentazione necessaria per entrare nel paese, quali visti di ingresso sono necessari, quali formalità valutarie e doganali occorre sbrigare, come comportarsi se si viaggia con minori a seguito;
  • indicazioni generali sulla sicurezza e sui comportamenti da tenere ed evitare quando si visita il paese;
  • normative particolari vigenti nel Paese in questione con l’indicazione delle aree di particolare cautela;
  • quadro sulla situazione sanitaria;
  • info sulla mobilità, sui mezzi di trasporto e sulla tipologia di patente necessaria per mettersi alla guida.

Il sito del Ministero degli Esteri www.viaggiaresicuri.it è costantemente aggiornato con avvisi particolari, mostra la lista dei paesi a rischio e contiene una sezione dedicata a documenti da scaricare che possono essere utili prima e durante il viaggio.

2) Una volta scelta la destinazione, comunicarla sul sito della Farnesina www.dovesiamonelmondo.it attraverso la procedura che permette di registrare il viaggio.

3) Disporre di un’assicurazione di viaggio sarebbe una scelta buona, soprattutto se si trascorrono le vacanze in un paese extraeuropeo. La polizza viaggio è molto importante sia per coprire i piccoli inconvenienti come furti, smarrimento dei bagagli, piccoli infortuni; ma soprattutto è importante se malauguratamente dovessero verificarsi problemi più gravi. Per gli italiani, infatti, l’assistenza sanitaria è gratuita nei Paesi Europei dove in caso di incidente non ci verrà addebitata alcuna spesa medica. Ma non funziona così ovunque. Per evitare quindi di pagare delle somme esorbitanti è sempre consigliato stipulare un'assicurazione sanitaria che copra eventuali spese mediche.

4) verificare se per la meta scelta è necessario vaccinarsi. Nei paesi meno industrializzati, infatti, ci può essere il rischio di contrarre diverse patologie. È sempre meglio consultare il sito del ministero della salute prima di partire.

5) Per evitare di arrivare in aeroporto ed accorgersi di avere passaporto scaduto o non valido, fare sempre un check pre-partenza di tutti i documenti necessari e tenerne sempre una copia. Per avere informazioni a questo proposito si può consultare il sito della polizia di stato.

6) Carte di credito e di addebito: ricordarsi gli estremi e i contatti di “blocco carta” in caso di smarrimento o furto.

7) Chiavi di casa e messaggi in segreteria telefonica o sui social web: le chiavi non vanno mai lasciarle sotto lo zerbino o il vaso; piuttosto darle in custodia a qualche parente ( preferibilmente ... non serpente) oppure depositarle in una cassetta di sicurezza presso la proprio banca. In segreteria telefonica o sui social non lasciare messaggi del tipo ... siamo andati a  ... e torneremo per il ...; i ladri potrebbero, come solo loro sanno fare, ringraziarvi per la "ghiotta" informazione.

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…