Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area esperantista Il congresso esperantista di Cuba
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Il congresso esperantista di Cuba

Un appuntamento pensato per avvicinare le culture mondiali. I partecipanti a questo congresso, originari di più di cinquanta paesi, hanno potuto discutere senza bisogno di interpreti ed in una vera atmosfera di uguaglianza linguistico/culturale.

Una cinquantina di parlanti di esperanto italiani hanno partecipato al 95° Congresso Mondiale di Esperanto all'Avana dal 17 al 24 luglio. http://www.uea.org/kongresoj/uk_2010.html,

Tema del congresso:

Il riavvicinamento delle culture, un tema che tocca profondamente gli esperantisti. L'esperanto, lingua internazionale politicamente neutrale, è in effetti uno strumento molto efficace per concretizzare il riavvicinamento delle culture. I partecipanti a questo congresso, originari di più di cinquanta paesi, hanno potuto discutere senza aver bisogno di interpreti ed in una vera atmosfera di uguaglianza linguistica/culturale.

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato l’anno 2010 Anno Internazionale del Ravvicinamento delle Culture:

http://www.unesco.it/cni/index.php/cultura/2010-anno-internazionale-riavvicinamento-alle-culture

 

P.S.: la presenza dell’esperanto nel mondo:

si può misurare il successo dell’esperanto dalle cifre che seguono: decine di milioni di pagine pubblicate in rete, 131.444 articoli in esperanto sulla Wikipedia, http://eo.wikipedia.org/wiki/Vikipedio:

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…