Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area Sport Rio 2016: in Consiglio gli atleti olimpici e paralimpici lombardi
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Rio 2016: in Consiglio gli atleti olimpici e paralimpici lombardi

Cerimonia presso il Consiglio Regionale della Lombardia: il Presidente Raffaele Cattaneo ha sottolineato come 14 delle 39 medaglie conquistate dall’Italia alle ultime Paraolimpiadi fossero lombarde; il Presidente Roberto Maroni ha invece confermato l’intenzione di candidare la Lombardia a ospitare le Olimpiadi per l’edizione del 2028

“Oggi Regione Lombardia dice grazie ai suoi atleti, ragazzi meravigliosi che, al di là dei risultati conseguiti, sono portatori dei valori autentici e migliori dello sport. La strada che questi ragazzi ci indicano, fatta di sacrifici, di determinazione, di profondo rispetto per se stessi e per gli altri, è la strada maestra a cui ognuno dei nostri giovani dovrebbe guardare e da cui dovrebbe trarre esempio. In particolare gli atleti paralimpici sono il simbolo di chi della vita ha capito tutto e dalla vita ha preso il meglio: loro sono una dimostrazione evidente che si può superare ogni ostacolo e che con la forza di volontà si può raggiungere qualunque traguardo”.

Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, accogliendo e salutando nell’Aula consiliare di Palazzo Pirelli gli atleti lombardi che hanno partecipato alle Olimpiadi (45 in totale) e alle Paraolimpiadi (in tutto erano 29) di Rio de Janeiro.

Il Presidente Cattaneo ha sottolineato come 14 delle 39 medaglie conquistate dall’Italia alle ultime Paraolimpiadi fossero lombarde. Particolarmente toccanti le testimonianze portate in Aula dagli atleti paralimpici Paolo Cecchetto, medaglia d’oro nell’handbike (che ha chiesto più piste ciclabili nei Comuni lombardi), Federico Morlacchi (un oro e tre argenti nel nuoto), Giusy Versace (finalista nei 200 metri piani) e Oney Tapia (argento nel lancio del disco). Significativi anche gli interventi della tiratrice con l’arco Lucilla Boari e della marciatrice Eleonora Giorgi, che ha auspicato di poter gareggiare alle Olimpiadi del 2028 a Milano. Un auspicio sul quale si è prontamente sbilanciato il Presidente della Giunta regionale Roberto Maroni, confermando l’intenzione di candidare la Lombardia a ospitare le Olimpiadi per l’edizione del 2028.

Durante la cerimonia il Presidente Raffaele Cattaneo, il Presidente Roberto Maroni e l’Assessore regionale allo Sport e alle Politiche giovanili Antonio Rossi hanno consegnato due riconoscimenti al Presidente del CONI regionale Oreste Perri e al Presidente della sezione lombarda del Comitato Italiano Paralimpico Pierangelo Santelli, pregandoli di estendere il plauso e la gratitudine dell’istituzione regionale all’intero movimento sportivo lombardo.

Di Maurizio Pavani (mauripress@live.it); Aurelio Biassoni

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…