Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area Sport Rio 2016, ecco la Festa delle Medaglie per tutti gli atleti azzurri vincitori
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Rio 2016, ecco la Festa delle Medaglie per tutti gli atleti azzurri vincitori

A presenziare, oltre al vertice della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, ci saranno anche il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli

Lunedì 7 novembre, alle ore 15.00 presso il Salone d’Onore del CONI si terrà la “Festa delle Medaglie”. Sarà l’occasione per premiare tutti gli atleti che hanno conquistato una medaglia ai Giochi Olimpici e Paralimpici Rio2016: dalle medaglie d’oro Daniele Garozzo e Beatrice “Bebe” Vio, a Rossella Fiamingo ed Elisa Di Francisca, e sino alle Nazionali di spada maschile e di fioretto femminile paralimpica.

L’evento vedrà anche la premiazione di tutti gli altri atleti, i Commissari tecnici, i maestri, i componenti lo staff medico, gli sparring partners, i preparatori atletici e tutti i componenti delle delegazioni azzurre ai Giochi Olimpici e Paralimpici svoltisi in estate a Rio de Janeiro.

A presenziare, oltre al vertice della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, ci saranno anche il Presidente del CONI, Giovanni Malagò e il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli.

Hanno confermato la presenza anche i vertici dei gruppi sportivi militari e dei corpi civili dello Stato, ed i rappresentanti degli enti partner federali e degli sponsor.

Di Maurizio Pavani (mauripress@live.it)

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…