Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area Sport Rugby: Tolosa batte Parigi nel Grande Classico di Francia
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Rugby: Tolosa batte Parigi nel Grande Classico di Francia

25 marzo 2018 - 33 campionati tutti in una partita con tanto di una importante rivalità storica e geografica. Se nella Liga di Spagna c'è Barcellona-Real Madrid, nel campionato di rugby di Francia, uno dei più quotati sia nel vecchio continente che a livello mondiale, il Grande Classico si chiama Stade Français contro Stade Toulousain. Ergo, Parigi contro Tolosa

Una partita, quella tra Parigi e Tolosa, che nella giornata di sabato 24 marzo ha visto la sua edizione di ritorno, dopo che, nella gara di andata del 12 settembre, valevole per il massimo campionato di Francia, la Top14, la compagine di Tolosa si è imposta, in casa propria, per 53-12. Tutta un'altra storia, invece, la gara di ritorno, che, come ogni Grande Classico che si rispetti, è stato un match estremamente combattuto, con 4 mete per parte e due intercetti che, de facto, hanno indirizzato la partita in favore degli ospiti.

Parte forte Tolosa, con una meta segnata da Mjeveku al 10' che, assieme al tiro aggiuntivo messo a segno da Holmes, fissa il risultato sullo 0-7. Parigi risponde subito con una punizione messa a segno da Plisson per il 3-7. Per nulla spaventato, l'attacco degli ospiti mette pressione sui padroni di casa rosa-blu, riuscendo, grazie a Kolbe, ad intercettare un passaggio e a realizzare, in contropiede, un'altra meta, con successiva trasformazione messa a segno sempre da Holmes. Questa volta, Parigi risponde con una meta di Yobo, alla quale, tuttavia, manca la conversione del tiro aggiuntivo.

Fissato il risultato sull'8-14 per Tolosa, la compagine ospite rossonera mette a segno, per mezzo di Holmes, prima una punizione, poi un drop (leggasi calcio) che portano gli occitani sul risultato di 8-20. Come risposta, Yobo mette a segno un'altra meta per i padroni di casa, che permette a Parigi di accorciare le distanze sul 13-20 prima della sirena di fine primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi va in scena un secondo tempo al cardiopalma. Dapprima, Plisson riavvicina Parigi sul 16-20 con una punizione. Poi, Kolbe ristabilisce un vantaggio rassicurante per Tolosa con la sua seconda meta della serata, a cui segue la trasformazione di Holmes per il 16-27. Parigi non si da per vinta, e Burban mette a segno una meta, poi convertita da Plisson. 23-27, e, successivamente ad una mischia, Parigi è lanciata ad un attacco che, tuttavia, Médard intercetta e capitalizza in una meta che regala a Tolosa un margine di vantaggio ancora rassicurante. Chiamato al tiro di trasformazione, Holmes aggiunge 2 punti ai 5 della meta, e fissa il risultato sul 23-34.

Parigi reagisce con una meta collettiva di Daguin più trasformazione di Plisson, per un 30-34 che lascia aperta la speranza per la compagine della capitale di portare a casa la partita davanti al proprio pubblico. Speranze vanificate da Doussain. Il tiratore mancino di Tolosa, infatti, mette a segno una punizione da 24 metri, che fissa il risultato sul 30-37.

Pur avendo la possibilità di pareggiare in caso di meta più trasformazione, Parigi, con uno sguardo alla classifica, opta per una punizione che, una volta realizzata da Plisson, fissa sì il risultato sul 33-37 per gli ospiti, ma consegna ai rosa-blu un punto bonus molto significativo in chiave salvezza.

Impelagata nella lotta per non retrocedere in seconda divisione, Parigi ha preferito capitalizzare il minimo possibile, de facto consegnando il Grande Classico ad una Tolosa comunque capace di dominare lungo tutta la partita.

I rossoneri, dal canto loro, salgono al secondo posto in classifica, a sei punti dalla capolista Montpellier, alla quale lanciano un segnale forte e importante in vista delle nelle ultime partite della stagione regolare del torneo.

Matteo Cazzulani

Coordinatore Editoriale

Lombardi nel Mondo

@MatteoCazzulani

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Manifesto dei Lombardi nel Mondo

Milano 12 gennaio 2018 - Appello per una maggiore rappresentanza dei Lombardi nel Mondo. Il Manifesto si prefigge di promuovere una serie di azioni positive, concrete e incisive, atte a restituire quella dignità che gli emigrati lombardi e le loro famiglie meritano di vedere riconosciuta non solo in ambito istituzionalecontinua>>
Altro…