Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area Sport Pattinaggio su ghiaccio in Piazza Città di Lombardia
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

Pattinaggio su ghiaccio in Piazza Città di Lombardia

Milano 6 dicembre 2017 - L'atteso appuntamento con il pattinaggio sul ghiaccio torna ad animare anche quest'anno la piazza di Palazzo Lombardia, per il periodo natalizio, fino al 28 gennaio 2018

A Palazzo Lombardia, in Piazza Città di Lombardia, tutto è pronto con la bellissima pista di ghiaccio che è stata inaugurata venerdì 1° dicembre 2017 con uno spettacolo e l'apertura gratuita al pubblico fino alle ore 20.

Informazioni e orari pista: la pista coperta più grande di Milano, di ben 30 metri x 24, apre tutti i giorni della settimana, compresi i giorni festivi, per ben due mesi. In particolare gli orari sono i seguenti:

-          nei giorni feriali: dalle ore 16.00 alle 21.00

-          nei giorni festivi e prefestivi: dalle ore 11.00 alle ore 21.30

-          24 dicembre e 31 dicembre: dalle ore 11 alle 18

-          25 dicembre: dalle ore 16 alle 21.30

Con noleggio pattini il costo di ingresso è di 7 euro/ora. Con i propri pattini il costo è di 3 euro l'ora, nei giorni feriali dalle ore 18.30 l'ingresso è gratuito.

Tanto divertimento è assicurato per tutti, adulti e bambini, per gli amanti di questo sport e per tutti coloro che desiderano provare a pattinare sul ghiaccio per la prima volta. Musica e iniziative di intrattenimento anche quest'anno non mancheranno, fino al 28 gennaio 2018.

Maestri e allenatori specializzati sono a disposizione per lezioni di pattinaggio, sia per principianti sia per chi già pratica questo sport. Orari e giorni sono da concordare presso la pista.

La pista è realizzata dalla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, Hockey Milano e Regione Lombardia. (Fonte e foto: RL)

di Maurizio Pavani

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…