Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Cultura Festa di San Marziale a Isca sullo Ionio (Calabria)
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Festa di San Marziale a Isca sullo Ionio (Calabria)

6 Agosto 2017: processione con il patrono di San Marziale, presenti autorità civili e religiose e molti emigranti provenienti dal Nord Italia, da paesi europei, dagli Stati Uniti e dal Canada.

Era presente Pasquale Nestico fondatore e Presidente onorario della Fondazione italo-americana di Philadephia , reduce dalla Festa di San Marziale svoltasi a Montreal in Canada e Kulpmont in Pennsylvania e ancora prima a Philadelphia.

Il patrono dei vari paesi italiani sia al Nord ma particolarmente al Sud hanno tenuto unito le nostre comunità all'estero sin dai primi anni della nostra emigrazione alla fine dell'800 sin dai primi anni dell'Unità d'Italia .
Anni fa parlando con l'allora direttore di Migrantes Mons. Locatelli si era parlato di un progetto internazionale che analizzasse, raccontasse e raccogliesse questo bene prezioso che sono le feste del Patrono che raccolgono religione, tradizioni, storie dei paesi e vite vissute.
Questo "circuito" internazionale di San Marziale a cui ho potuto partecipare grazie all'amico Pasquale Nestico e a Filitalia International mi ha estremamente arricchito dal punto di vista personale ed umano.

Io mantovano della terra di San Luigi Gonzaga, ho potuto ampliare la mia conoscenza storica dell'emigrazione anche sotto questo aspetto .
Le persone che ho incontrato straordinariamente disponibili, mi hanno raccontato le loro storie familiari al di là della retorica con percorsi umani che li hanno premiati con generazioni successive di giovani che si sono poi affermati nelle società civili dei paesi dove i genitori erano emigrati. Giudici, avvocati, giornalisti, imprenditori, non vi è campo dove gli italiani non si siano affermati.
La maggior parte non è piu tornata , specialmente coloro che sono emigrati negli anni '50 sino agli anni ' 70.
Ma molti altri di recente emigrazione hanno scommesso sulla loro terra e sono tornati per iniziare nuove attività , anche in Calabria.
Molti giovani che ho incontrato in Calabria rifiutano orgogliosamente l'idea di emigrare all'estero.
Vi è un risveglio culturale che bisogna sostenere perchè la Calabria e il Sud possono ancora rinascere, grazie a questi giovani e a quelli che pur vivendo all'estero mantengono la loro identità culturale .

 

di Daniele Marconcini , Governatore del Distretto Italia di Filitalia International di Philadelphia (Stati Uniti) e Presidente dell'Associazione dei Mantovani nel Mondo Onlus (Fonte pasqualenestico.it)

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…