Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Cultura Astronomia, eclissi di Luna e Marte in opposizione: Lombardi nel Mondo ha osservato l'evento in Polonia
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Astronomia, eclissi di Luna e Marte in opposizione: Lombardi nel Mondo ha osservato l'evento in Polonia

Radomyśl Wielki/Polonia 28 luglio 2018 - Un appuntamento con la storia dell'osservazione astronomica, e una buonissima partecipazione che lascia buone speranze per il futuro. Nella giornata di venerdì, 27 Luglio, la Luna, per mezzo dell'eclissi lunare più lunga del secolo, e Marte, giunto alla sua opposizione nel punto più vicino alla Terra, hanno regalato uno spettacolo raro ed affascinante. Lombardi nel Mondo ha osservato l'evento presso l'Osservatorio Astronomico di Radomyśl Wielki, nella Polonia Subcarpatica

L'eclissi lunare più lunga del secolo è durata 1 ora e 43 minuti: solamente 4 minuti in meno rispetto alla durata massima che tale fenomeno può avere. Tale situazione, che ha permesso agli abitanti di Europa, Asia, Africa ed Australia di osservare la Luna assumere un colore rossastro, è stata possibile per via della presenza della Luna nel punto più lontano dalla Terra (apogeo) e, allo stesso tempo, della presenza della Terra nel punto più lontano dal Sole (afelio). Ciò ha reso sia la Luna apparentemente più piccola nel cielo, sia il cono d'ombra che la Terra ha proiettato sul nostro satellite naturale più grande del solito.

Per quanto riguarda Marte, l'evento è stato ancor più raro, dato che il Pianeta Rosso si è trovato alla distanza minima che lo separa dalla Terra: circa 58 milioni di chilometri che hanno aumentato esponenzialmente la luminosità del pianeta rosso nel cielo, facendolo risaltare come il terzo corpo celeste più brillante del cielo notturno, dopo la Luna ed il pianeta Venere, con una magnitudo di -2.8.

Marte, per via della direzione della sua orbita e di quella del nostro pianeta, continuerà ad apparire ben brillante nel cielo, nella costellazione del Capricorno ed in quella dell'Acquario, fino al 24 Settembre, arrivando a rivaleggiare non solo con Venere, ma anche con Sirio, la stella più luminosa del cielo che, proprio da Settembre, sarà visibile ad est all'alba.

Per via della distanza che lo separa dal Sole, Marte compie una rivoluzione completa ogni 2 anni terrestri. Per questo, la prossima opposizione del Pianeta Rosso (leggasi la prossima volta che Marte si troverà dalla parte opposta del cielo rispetto al Sole, e sarà quindi meglio osservabile, anche ad occhio nudo) sarà nel 2020. Tuttavia, avendo Marte un'orbita maggiormente eclittica rispetto a quella della Terra, la prossima opposizione con il Pianeta Rosso ubicato nel punto più vicino al nostro pianeta (leggasi la prossima volta che sarà possibile osservare Marte così grosso e luminoso) avverrà nel 2097. La precedente occasione ebbe luogo nel 1939.

 

Gli altri pianeti presenti sulla scena

Oltre all'eclissi di Luna e all'opposizione massima di Marte, con entrambi i corpi celesti osservabili nella costellazione del Capricorno, a pochi gradi di distanza, a rendere particolare la serata sono stati due fattori. Il primo è legato alla presenza di altri tre pianeti nel cielo, ben brillanti ed osservabili in tutta la loro maestosità: Venere nella costellazione del Leone, Giove nella costellazione della Bilancia, Saturno nella costellazione del Sagittario, a pochi gradi dal centro della Via Lattea.

Il secondo elemento è stato il transito della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sopra l'Europa durante le fasi salienti della nottata: un evento che, in un'unica sera, ha raggruppato ben 5 tra gli 8 corpi celesti più luminosi del cielo, ossia la Luna, Venere, Marte in opposizione, la ISS e Giove (all'appello mancavano le stelle Sirio, Canopo ed Alpha Centauri, le due ultime osservabili solo dall'Emisfero Australe).

L'Osservatorio di Radomyśl Wielki

Ad osservare il cielo e lo spettacolo offerto da Luna e pianeti sono stati diversi Osservatori ed Associazioni di astronomia in tutta la regione interessata dal fenomeno. Tra essi, lecito menzionare l'Osservatorio Astronomico di Radomyśl Wielki, una località nella Polonia Subcarpatica che, grazie anche a fondi dell'Unione Europea, ha realizzato una cupola dotata di telescopio nei pressi del campo sportivo della Scuola Media locale (intitolata a Papa Giovanni Paolo II).

Per l'occasione, l'Osservatorio di Radomyśl Wielki ha messo a disposizione della comunità ben tre differenti telescopi -uno presso la cupola e due dislocati sul campetto antistante- per osservare Marte, Giove e Saturno.

Buona è stata la risposta della cittadinanza, che ha costretto gli organizzatori ad accogliere ed assistere circa 200 partecipanti, tra cui moltissimi bambini.

Un buon segnale in merito all'interesse che, si spera, le nuove generazione possano coltivare nei confronti di una scienza affascinante e cruciale per il futuro dell'umanità.

 

di Matteo Cazzulani Coordinatore Editoriale Lombardi nel Mondo - @MatteoCaz

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…