Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Cultura Sempre più un gioco per i grandi. E l'Europa?
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Sempre più un gioco per i grandi. E l'Europa?

Il 2017 ha più che mai messo allo scoperto il ritorno delle grandi potenze nello scenario internazionale. Se con la fine della guerra fredda il "gioco tra grandi" sembrava destinato ad esaurirsi, oggi ha invece riconquistato il centro della scena

 

di Daniele Marconcini

 

 

 

La retorica nazionalista della nuova amministrazione USA e la rinnovata assertività di potenziali competitori globali, quali la Russia e la Cina, rischiano di complicare la convivenza internazionale. Tutto ciò anche a seguito della perdurante crisi del multilateralismo e della scomposizione del sistema internazionale in arene regionali sempre più autonome, all'interno delle quali crescono le grandi potenze locali.

 

Il Rapporto ISPI 2018 si interroga sui rischi di questo mutamento, controbilanciato solo in parte dalle buone notizie che, nel corso dell’ultimo anno, sono venute dall'economia internazionale.

 

La prima parte del volume è dedicata al contesto globale, la seconda si domanda quale posto possa occupare l’Europa in un "mondo di grandi", mentre la terza si rivolge come di consueto alla politica estera italiana.

Introduzione, Alessandro Colombo, Paolo Magri

 

Parte I - Il mondo

1. L’America di Trump e gli altri, Alessandro Colombo

2. La politica estera russa tra Westfalia e la grande Eurasia, Aldo Ferrari

3. Cina, un nuovo modello di grande potenza, Shaun Breslin

4. I grandi alla prova

  • I fattori regionali e globali delle crisi in Siria e Iraq, Armando Sanguini
  • La crisi coreana tra dinamiche regionali e dinamiche globali, Antonio Fiori
  • Accordo sul clima: a Parigi svolta storica o parole al vento? Alberto Clȏ

5. Le potenze emergenti. Nuovi spazi per le potenze regionali?

  • I vincoli della potenza regionale iraniana, Annalisa Perteghella
  • Oltre la rendita: la politica estera interventista dell’Arabia Saudita, Eleonora Ardemagni
  • Turchia: ascesa e declino di una media potenza regionale, Valeria Talbot
  • Giappone: un attore regionale e globale? Non ancora, non così, Axel Berkofsky

6. Gruppi armati, governance e il futuro del Medio Oriente, Ranj Alaaldin

7. Intanto l’economia va, Francesco Daveri

 

Parte II - L’Europa

8. L’Unione Europea nel mondo: perché l’UE non può essere la grande potenza inscritta nei numeri, Sonia Lucarelli

9. Il nazionalismo sub-nazionale, a partire dalla questione catalana, Alberto Martinelli

10. La Germania, le altre potenze europee e la nuova direzione della UE, Michele Valensise

11. L’economia europea: un anno di ripresa, di ansie e di progetti, Franco Bruni

 

Parte III - L’Italia

12. Le priorità della politica estera italiana e il Mediterraneo, Ugo Tramballi

13. La politica economica italiana: allargare lo stretto sentiero, Franco Bruni

 

Scarica il rapporto

 

Conclusione - L’Italia fra i “Grandi”, Giampiero Massolo

2018: la pagella dell’expert panel

 

 


Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…