You are here: Home Lombardi nel Mondo Articoli Cultura Reality shock
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Reality shock

Appuntamento internazionale per Annalisa Insardà la giovane e appassionata attrice calabrese che porterà il suo "Reality shock" fino in Olanda. Sabato 26 gennaio 2019, alle ore 20,00, lo spettacolo sarà in scena al Teatro Munganga di Amsterdam per una nuova e emozionante performance intorno al tema, a lei tanto caro, dell’ingiustizia e dei diritti negati.

Il testo fotografa le molteplici forme di privazione di libertà, dall’incertezza della pena all'incertezza della giustizia. È la traduzione spettacolare del triste principio "la legge con gli amici si interpreta, con i nemici si applica", un'ingiustizia che non conosce epoca, sempre attuale, così come i testi di questo reading.

L’argomento è trattato con forza e determinazione, ironia e sarcasmo, cinismo e poesia. È dissacrante ma con una tensione verso la possibilità di riscatto, un unico grande spunto di riflessione che non condanna ma accompagna per mano, uno ad uno, ogni spettatore sulla strada delle proprie colpe e delle proprie ragioni, penetrandolo nella coscienza, indagandolo e, infine, perdonandolo, perché è nell'imperfezione di tutti che si compie la bellezza di ognuno. Gli appassionati monologhi della Insardà, diversi per stile e argomento, sono volutamente provocatori e parlano alla colpa più intima della gente, alternati e attraversati sia dalle note del pianoforte sia da canzoni a tema che dinamicizzano e scuotono l'andamento dello spettacolo.

REALITY SHOCK

Diretto e interpretato da Annalisa Insardà

Con la partecipazione di Sergio Bizzarro e Gaetano Fiorin

Testi: Annalisa Insardà, Maria T. Montanaro, Marco Lupo

Musiche: Giovanni Monti

Biografia: Annalisa Insardà nasce a Polistena (RC) e si forma artisticamente presso l’Accademia d’Arte Drammatica della Calabria di Palmi e l’Accademia Nazionale di Varsavia. Le sue prime esperienze professionali sono all’estero: partecipa al Festival Internazionale del Teatro di Amsterdam e al  centenario di Bertold Brecht in Germania. Successivamente si dedica in modo prevalente al teatro classico, recitando in diverse tragedie della stagione teatrale siracusana: Medea,  le Eumenidi, I sette contro Tebe (vincendo nel 2005 il premio Asso-stampa come migliore attrice emergente).  Torna spesso all’estero, dalla Grecia all'Austria, in spettacoli diretti dal maestro Peter Stein. Al cinema recita nei film: L’ospite segreto di Paolo Modugno, Lettere dalla Sicilia di Manuel Giliberti (film vincitore del Golden Globe 2007), È tempo di cambiare di Fernando Muraca col quale vince il Tropea Film Festival 2008 come  migliore attrice, Pochi giorni per capire di Carlo Fusco, Piacere, io sono Piero e Grigioscuro di Enzo Carone, con il quale vince il premio come migliore attrice al Festival Internazionale del Corto di Mendicino 2010, Alberi al vento, L'isola che non c'è e Tienimi stretto di Luca Fortino, L'ultimo sole della notte, di Matteo Scarfò, Primula Rossa di Franco Jannuzzi. Recita ancora in fiction televisive di successo tra cui Carabinieri di Sergio Martino, Un caso di coscienza di Luigi Perelli, Questo è il mio paese di Michele Soavi, Lea di Marco Tullio Giordana, I nostri figli di Andrea Porporati, 1994 di Giuseppe Gagliardi. È attiva come doppiatrice, insegnante di recitazione e conduttrice. È stata l'inviata del programma televisivo di Rai2 Il verificatore di Roberto Giacobbo. È attualmente impegnata nel tour teatrale del reading Reality shock, di cui è autrice e interprete.

 

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali