Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Area diritti civili nel mondo La figlia di Yulia Tymoshenko a Milano
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

La figlia di Yulia Tymoshenko a Milano

Yevhenia Tymoshenko, la figlia dell'ex-Premier ucraina Yulia Tymoshenko e Hryhoriy Nemyria, Vice-Premier del Governo Tymoshenko ed attuale Presidente della Commissione Integrazione Europea del Parlamento ucraino, il 3 Ottobre, a Milano, sono intervenuti alla presentazione del nuovo saggio di MATTEO CAZZULANI "Ucraina, gas e manette: il processo a Yulia Tymoshenko".
Yevhenia Tymoshenko, in rappresentanza di sua madre, ha ringraziato l'autore per il coraggio e la tenacia dimostrati nell'avere seguito l'intera vicenda del processo a Yulia Tymoshenko direttamente dall'aula del tribunale di Kyiv, e per avere successivamente pubblicato sull'argomento un libro che non ha precedenti nel suo genere né in Ucraina, né in nessun altro Paese dell'Unione Europea.
"La storia di mia madre è una storia di sofferenza, ma grazie a persone impegnate nella diffusione della democrazia e nel rispetto dei diritti umani come Cazzulani non ci siamo mai sentiti soli. Apprezzo particolarmente la decisione dell'autore, che ha anche accompagnato l'allora Vicepresidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella durante la sua visita a Kyiv nei giorni della protesta pacifica sul Maidan, di avere collegato il nome di Yulia Tymoshenko con l'Ucraina, il gas e la repressione politica: 'Ucraina, gas e manette' è la cronaca di uno dei tanti episodi di violazione della libertà avvenuti nel mio Paese durante l'era di Yanukovych che interessano anche aspetti ben più ampi, come l'energia e i rapporti tra Europa e Russia" ha dichiarato Yevhenia Tymoshenko.
A sua volta, il Presidente Nemyria ha apprezzato il lavoro di Cazzulani nel cercare di aprire gli occhi su un Paese, l'Ucraina, che per storia, cultura e tradizioni appartiene all'Europa, ma di cui in Occidente si parla e si scrive spesso troppo poco e male.
"Si è spesso scritto che in Ucraina è in corso una guerra civile, e che la popolazione russofona dell'est del Paese è vittima di discriminazione: io che provengo da Donetsk, la capitale del Donbas, vi assicuro che non è così. Non riteniamo che il popolo russo sia nostro nemico, ma riteniamo necessario vivere in pace ed armonia con un Paese, la Russia, che è nostro vicino, senza però che sia da esso calpestato il nostro diritto a scegliere liberamente e in autonomia di appartenere alla grande famiglia politica europea" ha dichiarato Nemyria.
Anche il Vicepresidente della Commissione Energia, Industria e Ricerca del Parlamento Europeo, Patrizia Toia, il Parlamentare Vinicio Peluffo, e il Consigliere Regionale della Lombardia Carlo Borghetti sono intervenuti alla presentazione, a cui hanno preso parte più di cento persone, tra cui il Presidente de LITALIAINTESTA, Paolo Briziobello, il Governatore di Filitalia International-Distretto Italia, Daniele Marconcini, e i Consiglieri Regionali Laura Barzaghi e Raffaele Straniero.

www.assesempione.info

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…