Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Le grandi interviste AICCRE, dal 1952 per l’Europa degli Enti locali
Accedi a ..
Ratio Informa .....
Collegamento alle informationi di Ratio Srl
In Evidenza ...
Logo_giubileo60.png

AICCRE, dal 1952 per l’Europa degli Enti locali

Le nostre interviste esclusive: Maurizio Pavani intervista Luciano Valaguzza, presidente Federazione Regionale della Lombardia

L’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (AICCRE), con sede in Roma, è l’unica associazione nazionale che raccoglie in modo unitario tutti i livelli degli enti territoriali

Luciano Valaguzza (nella foto), attuale presidente della Federazione Regionale della Lombardia, ne racconta brevemente la storia: “L’AICCRE è stata fondata nel 1952 da amministratori locali e rappresentanti della società civile. Il momento era quello di una fase storica nella quale l’idea dell’Europa unita assumeva una forte significato di pace, di democrazia e libertà. L’Associazione, ispirandosi ai principi del Manifesto di Ventotene, vede l’Europa unita come istituzione edificata solo con il forte sostegno popolare e con il pieno coinvolgimento politico delle autonomie regionali e locali. Parallelamente, in una prospettiva di decentramento e di democrazia, le autonomie locali dovevano avere, all’interno dei propri Paesi, la maggiore autonomia possibile. Pensare globale, agire locale: le attività dell’AICCRE si svolgono su due livelli, quello sovranazionale e quello nazionale, sempre più convergenti tra loro, considerato che le decisioni dell’UE hanno un impatto decisivo sulla quotidianità dei cittadini e sulle istituzioni locali e regionali. In una società globale - prosegue Valaguzza - l’AICCRE, con la sua presenza al CGLU e con l’adesione a programmi quali PLATFORMA, è presente anche nei consessi mondiali dove si decidono le politiche legate ai grandi temi che riguardano il futuro: dal cambiamento climatico alla lotta alla povertà, dal diritto alla salute alle migrazioni, dalla cooperazione decentrata allo sviluppo urbano”.

In Italia: AICCRE si occupa di formazione degli enti locali in tema di euro progettazione, come ad esempio, il primo Master in europrogettazione dedicato esclusivamente agli amministratori locali che richiedono di poter utilizzare i fondi diretti che provengono dall’Unione europea e che invece spesso non vengono utilizzati.L’Associazione, fornisce anche il supporto alla ricerca partner con enti analoghi europei o mondiali al fine di progettare e reperire fondi. Organizza seminari e conferenze formative sulle tematiche europee su tutto il territorio italiano, grazie all’articolazione in federazioni dell’Associazione. Concorsi per le scuole su tematiche europee e mondiali ma soprattutto porta l’Europa in Italia.

In Europa e nel mondo: svolge funzione di segretariato della delegazione italiana del CCRE, forte di una delegazione di 14 rappresentanti italiani portavoce presso le istituzioni europee su temi di importanza fondamentale: clima, ambiente e migranti.

Tutte le attività sia sul piano nazionale che su quello sovranazionale hanno l’unico obiettivo di valorizzare gli enti locali italiani e nel contempo fare in modo di cogliere l’Europa e il mondo come un enorme territorio di opportunità e di sviluppo.

di Maurizio Pavani

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

L’emigrazione e' un valore tutelato dalla Costituzione

La Repubblica “riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell’interesse generale, e tutela il lavoro italiano all’estero”. Il terzo e ultimo comma dell’articolo 35 della Costituzione italiana inserisce la nostra emigrazione fra i valori costituzionalmente tutelati, ma non si tratta di uno dei passaggi più citati della nostra carta fondamentale.continua>>
Altro…