Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Articoli Le grandi interviste David Sassoli a Lombardi Nel Mondo: "L'Italia e' in ritardo nei confronti della sua emigrazione nel Mondo"
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

David Sassoli a Lombardi Nel Mondo: "L'Italia e' in ritardo nei confronti della sua emigrazione nel Mondo"

LE INTERVISTE AI DEPUTATI AL PARLAMENTO EUROPEO. Il Capo della delegazione al Parlamento Europeo del Partito Democratico ha espresso perplessità per le politiche italiane nei confronti dei suoi emigrati, e ha illustrato l'importanza di un impegno dell'Europa per risolvere l'emergenza energetica italiana. In merito al caso Tymoshenko, ha condannato la situazione di crisi della democrazia in Ucraina, ed ha invitato le Autorità di Kyiv a liberare la Leader dell'Opposizione Democratica
David Sassoli a Lombardi Nel Mondo: "L'Italia e' in ritardo nei confronti della sua emigrazione nel Mondo"

David Sassoli

Cortona (AR) - Una maggiore presenza dell'Europa per affrontare le tematiche maggiormente dirimenti per l'Italia, gli italiani, e la sua emigrazione. Questa e' la ricetta che a Lombardi Nel Mondo ha proposto David Sassoli: Capo della delegazione dei Parlamentari Europei eletti nelle liste del Partito Democratico.

Intervenuto al meeting nazionale di Area Democratica, Sassoli ha confessato la sua perplessità circa l'impegno profuso dal Parlamento Italiano in materia di rapporti con l'Emigrazione italiana, sulla quale, a suo avviso, le istituzioni si sono mosse con molta demagogia.

"Non ci sono ne' fondi, ne' altre iniziative concrete per gli italiani all'estero - ha dichiarato Sassoli - occorre affrontare seriamente il problema non per un ritorno in termini elettorali, ma per valorizzare un'immensa risorsa che ha il nostro Paese com'è la sua emigrazione nel Mondo".

Per quanto riguarda l'emergenza energetica che vede ad oggi l'Italia e la Lombardia fortemente dipendenti dalla Russia monopolista, Sassoli ha illustrato la necessita' di interrompere una politica del gas operata dai singoli Paesi dell'Unione Europea: spesso senza alcun rispetto per l'interesse generale del Vecchio Continente, ma animate unicamente a mantenere strette relazioni con il Cremlino.

Inoltre, Sassoli ha illustrato il bisogno un maggiore impegno in generale per quanto riguarda l'Europa: Ente Sovrannazionale al quale tutti gli Stati dovrebbero cedere ingenti parti della loro sovranità per battere la crisi economica e politica del periodo attuale.

"L'Unione Europea e' basata su solidarietà, democrazia, libertà e rispetto dei diritti umani - ha evidenziato il Parlamentare Europeo a commento dell'Impegno profuso da Lombardi Nel Mondo per la Democrazia in Ucraina - sulla base di questi principi il Parlamento Europeo si sta battendo per la liberazione di Julija Tymoshenko. La detenzione della Leader dell'Opposizione ucraina rende impossibile ogni forma di integrazione con Kyiv".

Sassoli ha ritenuto la situazione in Ucraina un'emergenza democratica, e ha espresso il proprio auspicio affinché la Tymoshenko venga curata al più presto secondo le direttive mediche internazionali, sia liberata, e possa prendere parte alla vita politica nel suo Paese per riattivare il processo di avvicinamento di Kyiv con Bruxelles.

Matteo Cazzulani

Ha collaborato Alessandro Zunino

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…