You are here: Home Lombardi nel Mondo Articoli Economia ed Istituzioni Nasce a Roma il Sindacato Italiano Militari Guardia di Finanza
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Nasce a Roma il Sindacato Italiano Militari Guardia di Finanza

Roma, 15 marzo 2019 - Dopo l'assenso del Ministro dell'Economia e delle Finanze è stato fondato il 15 marzo il primo sindacato delle Fiamme Gialle, una svolta che il neopresidente definisce epocale nella storia della democrazia

Solo dopo il via libera del Ministero dell’Economia e delle Finanze, come previsto dalla normativa vigente in materia di associazioni tra militari, è stato fondato lo scorso 15 marzo il Sindacato Italiano Militari della Guardia di Finanza. Prima solo l’Arma dei Carabinieri si era riunita nel sindacato del capitano Ultimo.

I fondatori sono finanzieri provenienti da tutta la Penisola (6 quelli Lombardi) e sarà presieduto da Andrea Leccese, finanziere, saggista esperto di mafie, vincitore del premio Borsellino nel 2009.

Eletti anche il Segretario Generale Cleto Iafrate e il Vice Segretario Generale Gaetano Insinna.

“Siamo di fronte ad una svolta epocale nella storia della nostra democrazia – sottolinea il neopresidente -  è stato finalmente applicato l'art. 52 della Costituzione in base al quale "l'ordinamento delle Forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica", perchè la democrazia è un processo lungo ma irreversibile".

I finanzieri del SIM Guardia di Finanza attendono ora una adeguata disciplina legislativa sui sindacati delle Forze armate, convinti che la "disciplina militare", garanzia di efficacia ed efficienza, non deve mai tradursi in una compressione eccessiva dei diritti civili e sociali, né tantomeno favorire comportamenti in contrasto col perseguimento del bene comune.

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali