Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Gli Editoriali di Lombardi nel Mondo Elezioni presidenziali in Costa Rica. Una festa della democrazia. E un discendente mantovano eletto.
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Elezioni presidenziali in Costa Rica. Una festa della democrazia. E un discendente mantovano eletto.

Domenica 7 febbraio si sono svolte in Costa Rica le elezioni per la nomina del prossimo Presidente della Repubblica, che resterà in carica per i prossimi quattro anni, il tutto in un clima gioioso e di festa...

(San Josè di Costa Rica) – Domenica 7 febbraio si sono svolte in Costa Rica le elezioni per la nomina del prossimo Presidente della Repubblica, che resterà in carica per i prossimi quattro anni, il tutto in un clima gioioso e di festa.

La candidata liberazionista Laura Chinchilla Miranda, politologa cinquantenne e di formazione socialdemocratica, ha battuto con quasi il doppio dei voti i due più diretti avversari (su un totale di nove candidati), ottenendo esattamente il 46,78% dei suffragi contro il 25,11% del candidato Otton Solis, di centro sinistra, ed Otto Guevara, di centro destra, che ha ottenuto il 20,89%.  

In un paese in cui tuttavia il “maschilismo” è ancora fortemente presente, specie nelle zone periferiche, il fatto certamente più rilevante è che la nuova Presidente del piccolo paese centro americano, è la prima donna ad essere eletta alla più alta carica dello stato, esattamente sessantadue anni dopo la concessione del diritto di voto alle donne, avvenuto nel 1949 e la quinta donna eletta in tutto il continente latino americano.

Le votazioni si sono svolte in un clima di festa, senza alcun disordine, ma con i diversi sostenitori “mescolati” tra di loro, in un mare di bandiere multicolori rappresentanti i vari partiti politici e di musica. Importante ricordare al riguardo che la Costa Rica, dal 1949, non ha più un esercito, abolito per evitare colpi di stato nel futuro.

L’astensionismo è diminuito rispetto alle precedenti elezioni, arrivando a circa un 31%, che secondo i pronostici poteva essere minore, ma che rispecchia fedelmente l’idiosincrasia del “costaricense” che lascia tutto per l’ultimo momento. Infatti molti non hanno potuto votare prima della chiusura dei seggi, avvenuta alle sei di sera, anche per i festeggiamenti iniziati nel tardo pomeriggio e che hanno paralizzato il traffico nelle varie città. 

La nuova Presidente, che prenderà il potere il prossimo mese di maggio, succede al Presidente uscente, Oscar Arias, del suo stesso partito e premio Nobel per la Pace nel 1987. 

Da rilevare che, grazie alla sua elezione, il dottor Alfio Piva Mesen, discendente di emigranti mantovani, è stato eletto alla vice presidenza della Repubblica. 

Medico veterinario, con studi effettuati in Italia, è tra le personalità più riconosciute nel paese, anche nella nostra comunità italiana.

Questa sua elezione avviene come coronamento di una attività professionale e personale svolta in tutti questi anni al servizio del paese, e che certamente rende una nota di grande merito ai nostri emigranti arrivati in Costa Rica, e nel resto del mondo, in questi secoli.

 

Giovanni Girardi        

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…