Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Gli Editoriali di Lombardi nel Mondo Il parere di Rino Giuliani, CNE, sulle designazioni per la conferenza mondiale dei giovani italiani all'estero
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Il parere di Rino Giuliani, CNE, sulle designazioni per la conferenza mondiale dei giovani italiani all'estero

I giovani della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo hanno chiesto a Comites e CGIE che le selezioni dei delegati alla prossima Conferenza dei giovani italiani...

I giovani della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo hanno chiesto a  Comites e CGIE che le selezioni dei delegati alla prossima  Conferenza dei giovani italiani "vengano fatte in collaborazione con le associazioni, selezionando giovani meritevoli": "giovani che abbiano il sostegno degli altri giovani, rispettando la volontà delle associazioni e delle federazioni". E  proprio quello che, a fine settembre, aveva chiesto il presidente della CNE Rino Giuliani in sede di Comitato Organizzatore della Conferenza.

Il Decreto MAE n.300/28 art.3:dice: "le designazioni dei delegati per ciascun paese  verranno effettuate dai Comites operanti nel paese stesso, d'intesa con il CGIE e con il coordinamento della rappresentanza diplomatica competente, tenendo conto del lavoro preparatorio svolto dal CGIE negli ultimi anni".

 

Il metodo prescelto, quello della  "designazione", favorisce il "fai da te", l'indicazione "ad nutum" ad opera di pochi. Se si  vuole mettere mano ad  una "legittimità sostanziale" va avviata una credibile procedura di confronto con le associazioni.. Le associazioni non sono surrogabili dagli organismi direttivi o, a fortiori, da quelli esecutivi dei comites.

 

Per designare "i giovani meritevoli tra coloro che hanno dato il loro contribuito attivo alla comunità ed allo sviluppo delle istituzioni italiane" il confronto con le associazioni  non può essere sostituto da designazioni  fatte a prescindere dal mondo associativo quali quelle di cui nel Comitato Organizzatore hanno dato  notizia Erio e Nardelli  o di cui precedentemente si è letto sulla stampa.

 

Un esempio, quello denunciato da Josè Tucci che, riferendosi all'Argentina, scrive: "Gli inviti alle associazioni,  sono arrivati in qualche caso via e-mail il giorno 16 ottobre ed il termine per presentare le candidature era fino al giorno 20 dello stesso mese",  aggiungendo:  "risulta molto difficile, se non impossibile che con così poco tempo si possano informare le associazioni e queste comunicarlo a posteriori ai loro membri".

 

Se questa difficoltà e questa impossibilità fossero riscontrabili in altre aree  e venissero a sommarsi ad eventuali designazioni  ad alta intensità  discrezionale  dovremo prendere atto che molti dei i 420 delegati delegati non sono ma più semplicemente giovani scelti con le più diverse logiche dentro le quote nazionali prefissate. Le indicazioni scritte di CGIE e del MAE sull'osservanza di un equilibrio quantitativo tra i generi o per valorizzare le professionalità  sono utili ma non esaustive.

 

A poco più di un mese circa dallo svolgimento della Conferenza ed a giochi largamente fatti  molte restano le perplessità che non  fanno velo nell'esercitare il senso di responsabilità che in ogni caso  contraddistingue l'azione della CNE soprattutto verso i giovani connazionali che per la prima volta si troveranno tutti insieme e che  vedranno anche da vicino le sedi delle istituzioni repubblicane ed i loro altissimi rappresentanti.

 

  

Rino Giuliani

Presidente CNE

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Mattarella nelle Repubbliche Baltiche, dove si respira voglia d’Italia

Piccole, ma molto dinamiche le comunità italiane che il Capo dello Stato ha potuto incontrare. Numerosi gli imprenditori attivi nel campo dell’import-export, e fra essi molti lombardi. continua>>
Altro…