Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Gli Editoriali di Lombardi nel Mondo Il Consiglio Regionale della Lombardia alla “prova energetica”
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Il Consiglio Regionale della Lombardia alla “prova energetica”

La IV Commissione “Attività Produttive e Occupazione”, nell’ambito della discussione sul Progetto di Legge 146 “Sviluppo, Crescita e Occupazione”, preventiva incentivi per l’individuazione e lo sfruttamento minerario, aiuti per l’adozione di energie rinnovabili, razionalizzazioni per i sussidi ai titolari di licenze per il trasposto pubblico, e nuove regole per la distribuzione dei fanghi in agricoltura. Il caso della Lares di Paderno Dugnano, e l’impegno del Presidente Sala per la risoluzione di una situazione che ha afflitto i lavoratori di un’eccellenza dell’industria lombarda nel Mondo

C’è tanta energia in Lombardia, nelle sue istituzioni, e nell’indole dei suoi cittadini di buona volontà. Nella giornata di lunedì, 5 Marzo, i Consiglieri regionali hanno affrontato la politica energetica che la Regione intende mettere a punto per i prossimi anni. Un piano ambizioso, dettato dalla crisi economica, e coniugato con le caratteristiche geografiche della Lombardia: prima tra le Regioni italiane per consumo di energia e concentrazione mineraria sul suo territorio.

A illustrare tutto questo è stato l’Assessore all’Energia e all’Ambiente, Marcello Raimondi: intervenuto durante la seduta della IV Commissione “Attività Produttive e Occupazione” per relazionare sui punti di competenza dell’Assessorato da lui guidato del Progetto Di Legge 146 “Sviluppo, Crescita e Occupazione”. Dopo avere evidenziato l’importanza e la delicatezza della tematica, Raimondi ha sottolineato l’impegno che Regione Lombardia intende profondere nella razionalizzazione delle procedure di bonifica, che saranno facilitate per chi intende riqualificare un territorio a scopo edilizio.

“Nella nostra regione ci sono numerosi giacimenti minerari di talco, malina di cemento, e fosfato: l’Amministrazione regionale le amministrerà secondo linee e obiettivi ben definiti. Il nostro scopo è l’individuazione, e lo sfruttamento, di nuove miniere: indispensabili soprattutto nel settore dell’edilizia. Inoltre, in Lombardia si consuma tanta energia: nel Progetto di Legge è prevista la risistemazione del sistema infrastrutturale energetico lombardo per eliminare ogni dispersione, con cospicui incentivi per la diffusione delle energie rinnovabili”.

Concorde con quest’ultimo punto si è detto anche l’Assessore al Traffico e alla Mobilità, Raffaele Cattaneo, che ha evidenziato come il P.D.L. 146 preveda una revisione dei contributi concessi alle licenze per i taxi. Secondo i criteri introdotti dalla legge, a godere di maggiori incentivi saranno quegli operatori che decideranno di avvalersi di una macchina elettrica o a idrogeno per effettuare il servizio di trasporto pubblico.

“Il progetto di Legge tiene da conto anche l’Agricoltura – ha dichiarato l’Assessore al Territorio e all’Urbanistica, Davide Belotti: anch’egli intervenuto per evidenziare la parte del P.D.L. 146

di sua competenza – Anticipando le direttive del Governo Nazionale, saranno varate nuove regole per la distribuzione dei fanghi, dalle quali le industrie agricole potranno ottenere indiscussi benefici in termini di risparmio e lotta agli sprechi”.

La seduta della Commissione si è conclusa con l’audizione di una delegazione di ex-lavoratori della Lares: eccellenza lombarda nella produzione di circuiti stampati, fallita in seguito a un caso di corruzione e abuso edilizio. Gli ex-salariati dell’industria di Paderno Dugnano, che loro sponte hanno varato un piano di rilancio dell’azienda, hanno chiesto alla Regione un aiuto per rimettere in sesto la Lares dopo tre anni di inattività.

“Lo sforzo di questi operai, che si sono fatti carico delle sorti della loro impresa oramai fallita, è degno di ammirazione” ha dichiarato la Consigliera Arianna Cavicchioli del Partito Democratico della Lombardia. “La questione sarà presa a cuore da me personalmente per cercare di coinvolgere gli enti maggiormente competenti di questa Commissione per risolvere al più presto la situazione” ha risposto il Presidente della “Attività Produttive e Sviluppo”, Mario Sala, del Popolo della Libertà.

Matteo Cazzulani

 

 

--

Matteo Cazzulani

Free Lance Journalist

+393493620416 / +380935284109 / +48507620325

m.cazzulani@gazeta.pl

http://matteocazzulani.wordpress.com

http://matteocazzulaniinternational.wordpress.com

http://matteocazzulani.blogspot.com/

Facebook, Twitter, LinkedIn, Politiko

Skype: prometeoarancione

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Mattarella nelle Repubbliche Baltiche, dove si respira voglia d’Italia

Piccole, ma molto dinamiche le comunità italiane che il Capo dello Stato ha potuto incontrare. Numerosi gli imprenditori attivi nel campo dell’import-export, e fra essi molti lombardi. continua>>
Altro…