You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Asia/Africa Articoli Dal mondo economico, istituzionale e sociale Pakistan: uccise quasi mille donne nel 2011, accusate di "crimini di onore"
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Pakistan: uccise quasi mille donne nel 2011, accusate di "crimini di onore"

Secondo un recente rapporto di una organizzazione per la difesa dei diritti umani, quasi mille donne hanno perso la vita nel 2011 in Pakistan accusate di "crimini di onore", molto frequenti nel sud dell'Asia

Un totale di 943 donne sono morte a causa di questi reati, per mano delle loro stesse famiglie o dei consigli tribali, che intendevano punirle per aver violato il loro codice. La Commissione dei Diritti Umani del Pakistan (HRCP) riferisce che 93 delle donne uccise erano minorenni. I delitti d'onore si verificano quando una famiglia pachistana, in genere nelle aree rurali, ritiene che il suo onore sia stato "macchiato" dall'atteggiamento di una donna di casa che avrebbe rifiutato di sposarsi, o che potrebbe essere fuggita con un altro uomo o che cerca di sposare persona non gradita né approvata dalla famiglia. La HRCP segnala anche che nel 2011 sono stati registrati 4.500 casi di violenza domestica e 701 suicidi femminili, senza specificarne i motivi. Dall'altra parte, un totale di 389 persone hanno perso la vita in attacchi rivolti contro diverse sette islamiche e 16 giornalisti sono morti mentre facevano il loro lavoro. Altri 2.307 cittadini sono rimasti vittima di aggressioni da parte dei terroristi. (AP) (23/3/2012 Agenzia Fides)

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali