You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Asia/Africa Articoli Dal mondo economico, istituzionale e sociale Scomparso legale egiziano della famiglia Regeni. Domani Gentiloni al Copasir
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Scomparso legale egiziano della famiglia Regeni. Domani Gentiloni al Copasir

L'avvocato Ibrahim Metwaly da tempo si batte contro la violazione dei diritti umani, bloccato mentre si imbarcava su un volo

Da domenica non si hanno notizie dell'avvocato Ibrahim Metwaly, uno dei consulenti legali egiziani della famiglia Regeni. Dalle prime informazioni, sembra che l'avvocato sia stato bloccato e sia poi scomparso all'aeroporto del Cairo dove si stava imbarcando su un volo aereo per Ginevra, dove sarebbe dovuto intervenire a un'assemblea delle Nazioni Unite per parlare di diritti umani. La scorsa settimana, il sito web della Egyptian commission for rights and freedom, che rappresenta legalmente la famiglia Regeni, era stato oscurato.

 

"Siamo preoccupatissimi per la sparizione di Ibrahim Metwaly. Siamo abituati al fatto che agli attivisti per i diritti umani venga impedito di imbarcarsi e di viaggiare, ma stavolta si tratta di una sparizione forzata" afferma all'Agi Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia. "Non solo non ci sono stati contatti con il governo italiano in merito a questa storia - continua Noury - ma trovo assurdo che sia necessario sollecitarli: Metwaly è a fianco alla famiglia Regeni. I segnali da parte dell'Egitto sono sempre più sconfortanti, se il governo pensa che l'ambasciatore Cantini, che sarà lì in ormai settantadue ore, troverà una situazione di disponibilità, si sbaglia"

 

Nel frattempo dopo Angelino Alfano davanti alle Commissioni Esteri di Camera e Senato, domani è la volta di Paolo Gentiloni al Copasir. Il premier, che ha la delega ai Servizi, riferirà su tutti aspetti che riguardano le minacce alla sicurezza nazionale e l'organizzazione dei servizi. Nel corso dell'audizione, annuncia Angelo Tofalo (M5S), membro del Copasir, verranno chiesti a Gentiloni chiarimenti sulla vicenda Regeni e sugli accordi con la Libia che hanno determinato un netto freno ai flussi migratori. "Sarà - spiega Tofalo su Facebook - l'ultimissima possibilità per raccontare la verità sull'atroce morte di Giulio Regeni e cosa il nostro Governo realmente sapeva fin da quel primo tragico giorno del ritrovamento del corpo di Giulio e forse anche prima. Risposte chiare - aggiunge - bisognerà darle anche e soprattutto sul fronte Libia dopo la relazione dell'Associated Press relativa agli accordi italiani con contrabbandieri e trafficanti".

11/09/2017 (FONTE www.huffingtonpost.it)

 

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali