You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Asia/Africa Articoli Dal mondo economico, istituzionale e sociale Israele: il Ministro Pinotti incontra il Presidente Rivlin
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Israele: il Ministro Pinotti incontra il Presidente Rivlin

Termina oggi la visita istituzionale del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, in Israele. Oggi l’incontro con il Presidente dello Stato d’Israele, Reuven Rivlin. Nella giornata di ieri l’incontro con l’omologo Ya’alon e la visita al museo della Memoria della Shoah

 

Il terrorismo deve essere affrontato anche dal punto di vista culturale. Le operazioni militari vanno fatte quando servono perché la sicurezza è necessaria, ma non bisogna perdere di vista l'aspetto di lotta alla incultura della morte, che va sconfitta.
Italia e Israele condividono la stessa veduta in tema di lotta al terrorismo, come confermato dal Ministro Pinotti e dal Presidente dello Stato d’Israele, Reuven Rivlin, nel corso del lungo colloquio avuto questa mattina a Gerusalemme.
Al centro del dialogo c’era infatti la situazione in atto sul terrorismo, con il quale Israele è alle prese da tempo.
Il Ministro Pinotti ha poi indicato i motivi della sua visita nel rapporto "di difesa e di intelligence con Israele al quale tra l'altro forniamo un programma di addestramento aereo".
Incontrando la stampa a margine dell’incontro con il Presidente Rivlin, il Ministro si è soffermata sul tema immigrazione: "Non esiste una soluzione nazionale al problema della immigrazione in Europa, ne' si possono creare muri o barriere. L'Europa deve gestire questo problema in maniera condivisa".
"Sono convinta - ha aggiunto - che questo problema sia ancora gestibile nei suoi numeri rispetto alla grandezza dell'Europa, ma se non si sceglie una soluzione condivisa  allora diventerà drammatico".
In merito all’avanzata dell’ISIS in Iraq e Siria ha spiegato che occorre impedire che ciò avvenga in Libia.
L’incontro con il Presidente Rivlin chiude la visita istituzionale del Ministro Pinotti in Israele.
Visitando - a bordo di un elicottero israeliano - parte del confine con il Libano su cui è schierata la forza italiana dell'UNIFIL, ha detto: "Un lavoro prezioso di cui tutti ci ringraziano e che è fondamentale".
Ieri il Ministro aveva incontrato suo omologo, Moshe Ya’alon, e visitato il museo della memoria della Shoah in Israele Yad Vashem, a Gerusalemme, per deporre una corona nella tenda della Rimembranza in ricordo dei Caduti.
Nella stessa giornata il colloquio con il Presidente della Commissione Esteri-Difesa dello Stato d’Israele, Tzachi Hanegbi, l’incontro con alcuni esponenti della società israeliana - tra cui imprenditori, docenti universitari, autorità - e la visita alle "Israeli Aerospace Industries", principale realtà industriale del settore aeronautico di Israele.

Gerusalemme 1 marzo 2016 (Fonte www.difesa.it)

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali