You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Asia/Africa Articoli Dal mondo economico, istituzionale e sociale Colloquio del Ministro Gentiloni con il Gen. Luciano Portolano, Comandante missione UNIFIL II
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Colloquio del Ministro Gentiloni con il Gen. Luciano Portolano, Comandante missione UNIFIL II

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni ha avuto oggi un colloquio alla Farnesina con il Generale Luciano Portolano, Force Commander militare e Chief of Mission della United Nations Interim Force In Lebanon (UNIFIL II)

Nel corso dell’incontro il Ministro Gentiloni ha chiesto aggiornati elementi di valutazione del Generale sull’evoluzione del quadro di sicurezza in Libano e sulle prospettive di UNIFIL II, anche alla luce delle gravi ripercussioni che gli sviluppi regionali e in particolare in Siria  hanno sul quadro di sicurezza in Libano.

Il Ministro Gentiloni ha riportato l’apprezzamento unanime che riscuote l’operato del Generale Portolano e ha affermato che “Il nostro impegno in UNIFIL è una testimonianza concreta del sostegno italiano alle Nazioni Unite, in uno scenario per noi cruciale come quello mediorientale”.

L’Italia impiega in UNIFIL circa 1.100 caschi blu, detiene dal 2012 la posizione di Force Commander militare e di Chief of Mission. UNIFIL contribuisce in modo rilevante alla stabilità del Libano, dell’intera area e alla sicurezza di Israele. La missione permette, in particolare, di contenere le tensioni lungo la Blue Line, assicurando un costante canale di comunicazione tra le parti, grazie al coordinamento tra il Generale Portolano e gli alti ufficiali delle Forze Armate libanesi e israeliane (cd. meccanismo tripartito).

Fonte: www.esteri.it

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali