Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Europa Articoli Dal mondo economico, istituzionale e sociale L’integrazione Balcanica e Mediterranea come motore di sviluppo e sicurezza.
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

L’integrazione Balcanica e Mediterranea come motore di sviluppo e sicurezza.

La scorsa settimana, sotto l’egida della Regione greca della Macedonia Centrale, Provincia dell’ Imathia, e grazie all’organizzazione coordinata da IGrow, Istituto per la Crescita Economica e la Riforma Legale (Washington/Roma/Chisinau/Cairo), si è svolta la prima Conferenza per la Cooperazione e la Sicurezza Interbalcanica, con il titolo “Odysseus Praxis” ovvero i Viaggi di Ulisse.

Organizzata da Marco Florian, imprenditore lombardo impiantato in Grecia e direttore di IGrow nell'area, la Conferenza che avrà cadenza bimestrale (prossimo appuntamento a Sofia), punta alla creazione di un network di collaborazione multilaterale, destinato ad un ulteriore rafforzamento dell’ integrazione fra l’Italia e i paesi dell’area Balcanica e del bacino orientale del Mar Mediterraneo.

Durante i cinque giorni della Conferenza, hanno partecipato istituzioni e privati da Italia, Grecia, Bulgaria, Fyrom Macedonia, Cipro e Moldavia e visititatori da India e USA, sono intervenuti in videoconferenza anche i rappresentanti delle istituzioni Europee, a ribadire l’importanza della cooperazione come strumento di pace e sviluppo in Europa e nel Mediterrano.


Sono già stati individuati i primi progetti di interesse comune, sviluppati sia attraverso investimenti privati, sia a mezzo di programmi della EU.

Importante sottolineare come il processo sia cominciato in Grecia, paese chiave per gli sviluppi dei Balcani e per gli storici rapporti con l’Italia.

Alla conferenza ha partecipato anche Claudio Lunghi, già segretario di Mantovani nel Mondo.

 

Per informazioni:

Marco FlorianDirettore per i Balcani Meridionali IGrow Institute for Economic Growth & Legal Reform (Washngton/Montreal/Rome/Chisinau/Tashkent/Cairo/Addis Ababa/Havana/Quito) marco.florian@igrow-world.org

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…