You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Fondazione Cariplo Articoli Notizie 12 laureati italiani approdano al 61° Lindau Nobel Laureates Meeting
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

12 laureati italiani approdano al 61° Lindau Nobel Laureates Meeting

Dal 1951 i premi Nobel incontrano le giovani promesse della ricerca scientifica e dell’economia presso questo importante meeting. Dal 2010 Fondazione Cariplo è partner della Fondazione Lindau in Italia per la selezione dei ricercatori.

12 studenti italiani, scelti tra centinaia di coetani universitari, approdano al 61° Lindau Nobel Laureates Meeting, uno dei più prestigiosi meeting scientifici internazionali. Un appuntamento divenuto ormai tradizione che quest’anno vedrà impegnati dal 26 giugno al 1 luglio sul Lago di Costanza 570 giovani ricercatori provenienti da 80 Paesi che si confronteranno sui temi della Medicina. Dal 2010, Fondazione Cariplo è stata accreditata dalla Foundation Lindau e dal Council for the Lindau Nobel Laureate Meetings – enti responsabili dell’evento – come partner italiano esclusivo per la selezione dei talenti italiani. I giovani ricercatori vengono segnalati da oltre 200 organizzazioni mondiali e sono successivamente valutati da un Comitato Scientifico composto dalle più rinomate personalità del mondo scientifico e accademico sulla base di una rigorosa peer review.

L’obiettivo del meeting che, dal 1951, raduna sul lago di Costanza Premi Nobel e giovani studiosi, è formare talenti in grado di contribuire al progresso scientifico; creare un network di ricercatori di altissimo livello; incrementare l’entusiasmo delle giovani generazioni nei confronti della Scienza; favorire il dialogo interculturale attraverso la Scienza. Il Meeting verte su temi variabili ogni anno, ma che rientrano nei domini di Fisica, Chimica, Medicina ed Economia.

Fanno parte della delegazione italiana tre ricercatrici dell’Università degli Studi di Milano: Elena Gammella, Chiara Mandò e Claudia Tagliabue, e tre dell’Università degli Studi di Pavia: Manuela De Gregori, Anna Olivieri e Serena Bonomi. A questa nutrita presenza femminile si aggiunge Cristian Ripoli dell’Università Cattolica.

Dal 23 agosto al 27 agosto 2011, invece, i riflettori saranno accesi sull’Economia con il 4th Meeting of the Sveriges Riskbank Prize in Economic Sciences: 382 giovani economisti provenienti da 62 Paesi incontreranno i Premi Nobel per l’Economia. Ad oggi, 21 Premi Nobel hanno confermato la loro presenza al Meeting, tra i quali: Dale T. Mortenson (2010), Christopher A. Pissarides (2010), Robert A. Mundell (1999) e John F. Nash (1994). Cinque gli italiani presenti: Tiziana Assenza e Maja Ferjancic dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Alessia Paccagnini dell’Università di Milano Bicocca, Ruggero Golini dell’Università degli Studi di Bergamo ed Emanuele Campiglio dell’Università degli Studi di Pavia.

 

La clip video è normalmente visibile sui prinicpali browser. In caso utilizzaste Firefox su sistema operativo XP (Windows 7 non presenta questa problema) è necessario utilizzare il tasto destro del mouse sulla clip e attivare la visualizzazione a schermo intero (zoom).

Da www.fondazionecariplo.it

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali