You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Fondazione Cariplo Articoli Progetti finanziati Il Premio all'Innovazione Amica dell'Ambiente
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Il Premio all'Innovazione Amica dell'Ambiente

I PROGETTI FINANZIATI DA CARIPLO: Il Premio all'Innovazione Amica dell'Ambiente è il primo e unico riconoscimento nazionale rivolto all'innovazione d'impresa in campo ambientale assegnato da un'associazione ambientalista. L'iniziativa è promossa da Legambiente in collaborazione con Enti, Università, Istituti di Ricerca, Associazioni di categoria uniti dalla comune volontà di accrescere e promuovere lo sviluppo di soluzioni innovative che migliorino la qualità della vita nel rispetto dell'ambiente.

L'obiettivo dell’iniziativa è di identificare quei settori che più hanno bisogno di uno slancio innovativo in campo ambientale, dal punto di vista dell'integrazione con le politiche e i mercati europei, al fine di creare un contesto favorevole alla ricerca e contribuire alla diffusione di buone pratiche orientate alla sostenibilità ambientale, valorizzando quelle realtà che sappiano raccogliere le sfide dell'ambiente come valore e opportunità irrinunciabile di sviluppo e di crescita economica e sociale.

Nello specifico si tratta di un riconoscimento annuale, destinato a tutte quelle innovazioni di processo, di prodotto, di servizio, di tecnologie e di sistemi di gestione, realizzate o in stato di realizzazione avanzato, che hanno dimostrato di contribuire a rilevanti miglioramenti in campo ambientale e che si segnalano per la loro originalità e per le loro potenzialità di sviluppo. Dalla prima edizione del 2000 a oggi il successo di partecipazione al Premio Innovazione è cresciuto di anno in anno e ha assunto sempre più un carattere nazionale. Le aziende che partecipano al premio testimoniano la vitalità della green economy italiana e ci sollecitano a promuovere e a sostenere sempre con maggiore convinzione le aziende che investono in innovazione, efficienza e qualità ambientale. In un momento di grave crisi come quello attuale, Legambiente ritiene che questa debba essere una delle strade principali per rilanciare, su basi nuo­ve e più solide, l’economia italiana. Una prospettiva che nel nostro Paese s’incrocia con la qualità, la coesione sociale, il talento, l’innovazione, la ricerca, fattori fondamentali per rendere competitivi i territori e le nostre imprese.

Il Premio è rivolto principalmente alle imprese (private, pubbliche, individuali, cooperative, consorzi, organizzazioni non profit) di produzione di beni o di servizi; la partecipazione è gratuita ed è aperta anche alle amministrazioni pubbliche, alle istituzioni scientifiche, agli istituti universitari, ai liberi professionisti e alle associazioni di cittadini. L’uscita del Bando 2012 è prevista per la fine di giugno: al momento l’organizzazione si trova nella Fase 1 del progetto che si concluderà a fine marzo e che prevede la stesura del Progetto Istituzionale e la definizione dei rapporti con i Partner e gli Sponsor del Bando. Tra questi spicca Fondazione Cariplo, la quale, sin dagli albori, è a fianco di Legambiente nella diffusione e nel finanziamento dell’iniziativa: per l’edizione 2011 del Premio, infatti, Cariplo ha stanziato la ragguardevole cifra di 30.000 €.

Emanuele Giovenali

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali