You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Fondazione Cariplo Articoli Progetti finanziati Il Progetto "Casa di Mamma Isa" della Fondazione Nido Federico Traverso
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Il Progetto "Casa di Mamma Isa" della Fondazione Nido Federico Traverso

I Progetti finanziati dalla FONDAZIONE CARIPLO: realizzazione di spazi per attività ludico-ricreative e formative all'interno della "Casa di Mamma Isa", un edificio che ospita donne in difficoltà, con o senza minori, a Mantova. Rientra nei finanziamenti emblematici.

La Fondazione “Nido Federico Traverso di Mamma Isa”, nata come Associazione nel 1976, si occupa di dare seguito all’eredità di Isa Broggi, che in vita ha realizzato una lunga serie di attività a favore dei minori disagiati, stabilendo a Volta Mantovana una casa nella quale dare rifugio e aiuto ai più svantaggiati. Dopo la morte della fondatrice nel 1961, il Nido “Federico Traverso” è stato ampliato fino ad diventare un grande edificio capace di dare ospitalità a 40 bambini. La buona riuscita dell’iniziativa spinse, quindi, l’Associazione a replicare con altrettanto successo l’esperimento a Santa Margherita Ligure e a Candriai di Monte Bondone.

Nel frattempo, lo stabile di Volta Mantovana, esaurita la sua funzione, è stato ceduto al Comune e, nel 2008, l’Associazione si è trasformata in Fondazione, di cui fanno parte anche Caritas, il “Centro di Aiuto alla Vita” di Mantova e la “Nostra Casa” di Peschiera del Garda.

Nel 2010 è stata realizzata a Mantova la “Casa di Mamma Isa”, un edificio costituito da 5-6 piccoli alloggi per donne in difficoltà con o senza figli minori, la cui gestione è affidata al Centro di Aiuto alla Vita: si tratta di una struttura di seconda accoglienza verso l’autonomia, che si prefigge, dopo una permanenza di circa un anno e mezzo, di rendere le ospiti autonome e indipendenti. Dall’entrata in funzione nel maggio 2010 a oggi, grazie all’assidua e impegnativa assistenza da parte del Centro di Aiuto alla Vita, le ospiti hanno potuto tutte raggiungere l’obiettivo e ora è presente il secondo gruppo, permanendo una lista di attesa di 10/12 donne.

Il finanziamento attuale intende creare uno spazio comune, che abbia la funzione di punto aggregativo e di servizio nel quartiere sia come nido famiglia, sia come centro di integrazione: ad esso verranno aggiunti, in seguito, ulteriori 4 mini alloggi. Purtroppo la realizzazione dello spazio comune procede a rilento poiché la Fondazione è in attesa delle necessarie autorizzazioni da parte delle varie amministrazioni locali competenti; ciò nonostante al momento il progetto è nella fase di affidamento dei lavori e il cantiere verrà aperto entro due mesi.

La costruzione di questo spazio, dedicato principalmente alle attività ludico-ricreative e formative degli ospiti della Casa, è stata sostenuta da Fondazione Cariplo, che ha erogato 140.000 € come finanziamento “emblematico”, a testimonianza di un vasto impegno nella provincia di Mantova. A titolo esemplificativo basta ricordare come nella zona dell’Alto Mantovano, dove il Nido Federico Traverso fu fondato, Cariplo abbia già finanziato per un totale di 1.500.000 € il progetto dei Castelli delle Colline Moreniche.

 

Emanuele Giovenali

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali