Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Bergamo La Provincia di Bergamo presenta un decalogo a Regione Lombardia per le politiche ambientali
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

La Provincia di Bergamo presenta un decalogo a Regione Lombardia per le politiche ambientali

Nel corso di un incontro a Palazzo Lombardia il presidente della Provincia Matteo Rossi ha presentato un documento contenente alcune proposte riguardanti le politiche ambientali
La Provincia di Bergamo presenta un decalogo a Regione Lombardia per le politiche ambientali

Palazzo della Provincia a Bergamo

Continua il lavoro da parte della Provincia di Bergamo in tema politiche ambientali e lo fa presentando un decalogo a Regione Lombardia. Il documento, presentato dal presidente della Provincia Matteo Rossi nel corso di un incontro fra i presidenti delle provincie lombarde e l’assessore regionale all’ambiente e clima Raffaele Cattaneo, racchiude alcune proposte per il miglioramento del lavoro della pubblica amministrazione in materia di politiche ambientali, come spiega il titolare di Via Tasso: “Abbiamo apprezzato la disponibilità della Regione ad ascoltare chi lavora sul territorio e abbiamo riassunto in dieci punti le principali questioni sulle quali riteniamo utile migliorare insieme. Non ci siamo limitati a sottolineare le criticità, ma abbiamo messo sul tavolo proposte e azioni concrete”.
Il decalogo tocca diversi aspetti legati all’ambiente, dallo sviluppo economico al settore energetico, come illustra Rossi: “Le nostre proposte vanno in tre direzioni: la prima è quella della semplificazione burocratica per facilitare la vita delle imprese, perché forti del successo dell’accordo degli anni scorsi con il comparto chimico, vorremmo estendere una serie di procedure anche al resto delle imprese proprio per aiutarle a cogliere la fase positiva che si è aperta rispetto alla crescita economica; la seconda riguarda la collaborazione tra gli enti. Provincia, Arpa e Ats devono rafforzare la loro collaborazione in modo continuativo e strutturato per poter usufruire a vicenda di competenze diverse che, se integrate, potrebbero costituire un valore aggiunto per tutti. Infine sul tema dell’idroelettrico abbiamo rilanciato la proposta di una moratoria delle concessioni. In Lombardia la crescita esponenziale delle derivazioni idroelettriche sta avendo non poche ripercussioni sull’ambiente, e tra i casi più gravi c’è quello del fiume Serio. Prima di dare il via libera a nuove concessioni di derivazioni idroelettriche è indispensabile un bilancio idrologico regionale che ci dica realmente la situazione idrica della nostra regione. Fino a quel momento lo stop alle concessioni è un’opzione non rimandabile per non impattare ulteriormente sui corsi d’acqua già iper sfruttati”.
Nel corso dell’incontro l’assessore Cattaneo, indicando nel rinnovo della convenzione tra Province e Arpa e nel nuovo Piano di sviluppo regionale gli strumenti per mettere mano alle soluzioni, ha inoltre chiesto ad ogni territorio un’indicazione della principale criticità ambientale sulla quale darsi un obiettivo di mandato e la provincia di Bergamo ha scelto la riconversione del cementificio di Tavernola Bergamasca, sottolinea il presidente provinciale : “Quello rimane il nostro più grande obiettivo di natura ambientale condiviso con tutte le comunità del lago”.

(fonte: bergamonews.it)

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…