You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Brescia La bresciana GadgetGroup, la «maglia» rosa del Giro d'Italia
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

La bresciana GadgetGroup, la «maglia» rosa del Giro d'Italia

Sarà la bresciana GadgetGroup a curare il merchandising commerciale della 99° edizione del Giro d’Italia. La manifestazione si svolgerà dal 6 al 29 maggio. I numeri sono da record: 198 corridori, 22 squadre e tanti appassionati, saranno coinvolti nelle 21 tappe che regolano la «magica» competizione.

Che questa non sia semplicemente una competizione sportiva, ma un evento sociale tra i più rilevanti del nostro Paese lo testimoniano i numeri che ogni anno questa manifestazione riesce ad esprimere sulle strade italiane: una media di 12 milioni di spettatori.

Quest’anno sulle strade del Giro ci sarà anche la Gadget Group, azienda leader nell'ambito degli articoli promozionali e senz'altro con una vocazione sempre più legata al territorio. La società ha 4 sedi: Brescia, Cremona, Firenze e Vicenza. Già in passato la Gadget Group aveva legato il suo marchio a questa manifestazione e in occasione della 99 edizione Rcs, ha assegnato alla società bresciana, il compito di promuovere al meglio i «Kit» che compongono il merchandising ufficiale del giro d'Italia 2016, diventando quindi licenziataria esclusiva e venditrice del prodotto ufficiale.
Partner di Gadget Group sarà l’azienda Cremonese «La puntozero» che si occuperà delle stampe e dell'approntamento dei materiali.

Imponenti anche i mezzi messi a disposizione della Corsa da Gadget Group: 22 furgoni al seguito di ogni tappa (compresa la 3 giorni olandese di «overture»); 3 magazzini di logistica sul territorio nazionale; ed una rete di informazioni interconnesse.

fonte: giornale di brescia

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali