You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Brescia Brescia, i Tornado scoprono piantagione di marijuana: due arrestati
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Brescia, i Tornado scoprono piantagione di marijuana: due arrestati

Unʼoperazione congiunta delle forze aree e di terra hanno portato allʼarresto di una coppia e allo smantellamento della piantagione

Una coltivazione di marijuana è stata scoperta a Quinzano, Brescia, grazie ai tornado del 6° stormo di Ghedi. Come riportato dal Giornale di Brescia con l'aiuto di una ricostruzione aerofotografica gli aerei hanno segnalato la serra ai Carabinieri di Verolanuova che hanno fatto irruzione nel terreno sequestrando due quintali e mezzo tra piante e foglie e arrestando due quinzalesi.

I tornado, sorvolando il cielo, hanno trovato la coltivazione illegale: segnalata immediatamente ai carabinieri è iniziata l'operazione via terra. V.A., commesso di 38 anni, e la convivente F.I., 34 anni casalinga, coltivavano piante di marijuana vicino a un capannone in disuso non lontano dalla loro abitazione nella periferia di Quinzano. In tutto sono stati sequestrati 250 chili di marijuana, 70 piante, estirpate dagli agenti, cinque sacchi di scarti di lavorazione e circa venti chili di foglie essiccate. Il Nucleo operativo e Radiomobile dei carabinieri ha trovato nella loro proprietà bilance elettroniche di precisione, concime e materiale adatto alla costruzione di una serra.

Infatti in vista dell'inverno i due coltivatori stavano per trasferire l'intera produzione in una cantina attrezzata con polistirolo per evitare gli sbalzi di temperatura, impianto di irrigazione e aerazione: mancavano solo le lampade scaldanti. Il giudice ha convalidato l'arresto della coppia disponendo la custodia cautelare in carcere. Gli sforzi congiunti delle forze aree e di terra hanno portato al successo dell'operazione confermando l'effettiva efficacia di questa collaborazione.

(FONTE www.tgcom24.mediaset.it)
Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali