You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Cremona La povertà e disuguaglianza. Un successo l’iniziativa con Chiara Saraceno a Cremona
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

La povertà e disuguaglianza. Un successo l’iniziativa con Chiara Saraceno a Cremona

Prima della conferenza di Chiara Saraceno, nell’ambito del progetto ‘ Verso una didattica della Costituzione’ , promosso dall’Associazione 25 aprile, si sono inaugurate, nella ex Chiesa di San Vitale , le due mostre ‘Perché non accada mai più. Libri fascisti per la scuola’ ed ‘Il sentiero della Costituzione’.

All’iniziativa, aperta  da Piergiorgio Bergonzi, Presidente dell’Associazione 25 Aprile , hanno portato il saluto, Maura Ruggeri, Vice Sindaco,in rappresentanza del Comune di Cremona, Carlo Vezzini Presidente della Provincia ed Aldo Zambelloni curatore della mostra ‘Perché non accada mai più. Libri fascisti per la scuola’ e Marida Brignani dell'Istituto Mantovano di Storia Contemporanea.

Ha preso poi la parola Chiara Saraceno che ha tenuto una lezione sul tema ‘Povertà e disuguaglianza. Il principio costituzionale dell’uguaglianza dei cittadini  Il principio costituzionale dell’uguaglianza dei cittadini’ riscuotendo grande attenzione e consenso in particolare sulle riflessioni in merito all’articolo 2 della costituzione.

San Vitale ha visto una amplissima partecipazione di insegnanti a dimostrazione dell’interesse su tema.

Apertura delle mostre. Le mostre rimarranno esposte dal  15 marzo al 15 aprile (dal lunedì al venerdì ore 9-12/14-16; sabato 9-12; festivi 10-13). Sono liberamente accessibili da tutti, le scuole devono prenotare la visita con almeno tre giorni di anticipo. Per informazioni. Mail: ass25aprilecr@libero.it; tf: 327 3293462327 3293462

Chi è Chiara Saraceno :Professore ordinario di Sociologia della famiglia presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Torino fino al 2008, Chiara Saraceno è professore di ricerca al Wissentschaftszentrum für Sozialforschung di Berlino da febbraio 2006 fino a luglio 2011; da settembre 2011 è honorary fellow del Collegio Carlo Alberto a Torino. Nel luglio 2011 è stata nominata corresponding fellow della British Academy. Ha presieduto la Commissione di indagine sull’esclusione sociale dal 1999 al 2001. Attualmente fa parte dell’High Level Group on the Measurement of Economic Performance and Social Progress, presso l’OCSE. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Il lavoro non basta (Milano, Feltrinelli, 2015); Il welfare (Bologna, il Mulino, 2013); Coppie e famiglie. Non è questione di natura (Milano, Feltrinelli 2012). È editorialista del quotidiano La Repubblica.

LE MOSTRE

1)Perché non accada mai più. Libri fascisti per la scuola. Il testo unico di Stato(1929-1943). La mostra è stata realizzata sulla base della Tesi di laurea e delle ricerche iconografiche di un nostro concittadino, Aldo Zambelloni. Essa riproduce in 25 pannelli policromi (cm.110 x 80) testi e immagini del testo unico di Stato reso obbligatorio dal fascismo in tutte le scuole. Vede le presentazioni di Tullio De Mauro, Nicola Tranfaglia, Alberto Monticone e del pedagogista Raffaele Mantegazza.

2)Il sentiero della Costituzione. Realizzata dalla Fondazione Scuola di Barbiana, la presentiamo a Cremona in occasione dei 50 anni dalla morte di don Milani. Essa rappresenta, in 50 pannelli policromi realizzati ognuno da una scuola, altrettanti articoli della Costituzione. La mostra è esposta permanentemente lungo il sentiero che conduce a quella che fu la scuola di Barbiana di don Milani.

Verso una didattica della Costituzione. Conoscere la Costituzione: Formare alla cittadinanza,  organizzato dall’Associazione 25 Aprile.

fonte: welfare cremona network

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali