You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Lodi Lodi: porte aperte a San Domenico per le visite guidate degli studenti lodigiani
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Lodi: porte aperte a San Domenico per le visite guidate degli studenti lodigiani

Saranno gli studenti i primi beneficiari delle visite guidate gratuite dal titolo “...sei di casa in Provincia” che, inserite nel programma de “Il Lodigiano e i suoi tesori”, si svolgeranno dal 23 aprile al 22 maggio

È iniziato il conto alla rovescia per l’inaugurazione della nuova sede della Provincia. Dopo quello di San Cristoforo, è la volta di un altro ex convento, il San Domenico, entrambi recuperati funzionalmente alle esigenze amministrative della Provincia di Lodi e restituiti ai lodigiani, dopo l’intervento di restauro, nel loro valore storico, artistico e architettonico. Saranno gli studenti i primi beneficiari delle visite guidate gratuite dal titolo “...sei di casa in Provincia” che, inserite nel programma de “Il Lodigiano e i suoi tesori”, si svolgeranno dal 23 aprile al 22 maggio.

Le scolaresche saranno accompagnate dalle guide turistiche abilitate, messe a disposizione dalla Provincia.

“Vogliamo offrire ai ragazzi delle scuole – dichiara il Presidente della Provincia, Lino Osvaldo Felissari - la possibilità di visitare i conventi di San Cristoforo e San Domenico, due monumenti di grande valore storico e di impareggiabile suggestione che la Provincia ha riportato a nuova vita, restituendoli alla città di Lodi e al più vasto territorio.

Ai giovani diciamo: venite in Provincia, qui è la nostra storia, qui è la vostra casa”.

L’iniziativa è compresa in “Itinerari Lodigiani”, la manifestazione che prende il via oggi e proseguirà fino al 30 maggio, che propone alle scuole percorsi didattici gratuiti per i ragazzi alla scoperta di luoghi e monumenti del territorio.

A disposizione delle scuole ci sono 17 itinerari tematici.

“Con gli “Itinerari Lodigiani” – spiega l’Assessore provinciale alla cultura, Mauro Soldati - cerchiamo di sensibilizzare gli studenti al tema della conservazione e della valorizzazione dei beni culturali del nostro territorio; uno stimolo alla capacità di osservazione e alla riscoperta dell’identità territoriale, attraverso le guide che forniranno agli studenti gli strumenti per il riconoscimento dei diversi stili architettonici e per un’analisi delle opere d’arte”.

Parallelamente ad Itinerari Lodigiani, nello stesso periodo, dal 16 marzo al 30 maggio, si svolgerà un’altra iniziativa, “Il museo parlante”, che propone, secondo le stesse modalità, visite guidate ai musei del Lodigiano.

Le prenotazioni, sia per “Itinerari Lodigiani” che per “Il museo parlante”, si possono effettuare al CUP della Cooperativa Mèmosis mediante modulo di richiesta da inviare via fax al numero 0371.413317.

 

http://www.agenfax.it/index.php?option=com_content&task=view&id=21851&Itemid=240

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali