You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Lodi Lodi - 8 marzo e non solo
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Lodi - 8 marzo e non solo

Le iniziative per la 'Giornata internazionale della donna'

 

Mostre fotografiche, corsi di autostima, aperitivi, ma anche trattamenti shiatsu, un concerto di piano, la rievocazione storica delle 21 'madri costituenti' e un brillante monologo teatrale.
Questi alcuni degli eventi previsti in occasione dell'8 Marzo 2016, tradizionale appuntamento in cui si ricorda la 'Giornata internazionale della donna'.
Il calendario prevede una fitta serie di proposte organizzate dall'Amministrazione comunale in collaborazione con diverse realtà associative e commerciali sensibili al tema, per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne e non dimenticare le discriminazioni subite in ogni parte del mondo.
La ricorrenza si celebrò per la prima volta negli Stati Uniti agli inizi del Novecento, arrivando dopo qualche anno anche in Europa e in Italia, che dal 1922 ne fa memoria.
A Lodi gli eventi si svolgono dall'8 al 13 Marzo 2016.
"Abbiamo creato una forte sinergia con le associazioni - dichiara l'assessora alle pari opportunità Erika Bressani - valorizzando le rispettive sensibilità e competenze, all'insegna di una rassegna varia e adatta a donne di ogni età e condizione di vita. Penso sia una buona opportunità anche per tanti uomini di conoscere meglio, senza stereotipi nè pregiudizi, la ricchezza del mondo femminile, arricchendosi a vicenda. Oggi la condizione della donna vive una fase complessa, certamente dei passi in avanti rispetto al recente passato sono stati compiuti in più direzioni, ma restano problemi aperti anche molto gravi.
Penso alle violenze domestiche, allo sfruttamento economico, alla scarsa valorizzazione professionale, alla difficoltà di conciliazione tra famiglia, lavoro e tempo libero per sè. Aspetti che ci vedono coinvolte, spesso nostro malgrado, e che chiedono alle istituzioni di fare molto più di quanto già si fa. Il programma che abbiamo pensato per l'8 marzo e non solo è un segnale che lanciamo a noi stesse e a tutti, di lavorare senza sosta in questa direzione".
Tra gli eventi in programma:
-AUTOSTIMA E DIFESA PERSONALE, corso di 12 lezioni per migliorare l'autodifesa e l'autostima delle donne e prevenire il rischio di subire una violenza. Da giovedì 10 marzo, dalle ore 20.30 allo Spazio Ricreativo in via Carducci 7
-LA CONDIZIONE FEMMINILE E MINORILE NEL LODIGIANO DURANTE IL XX SECOLO, mostra fotografica che racconta la storia, il lavoro, la politica, l'istruzione, le lodigiane illustri, le voci delle donne lodigiane nel '900. Sarà visitabile dall'1 al 13 Marzo, al Centro commerciale My Lodi, durante gli orari di apertura dello stesso
-IN PUNTA DI DITA, concerto di piano sulle note di Beethoven, Mozart e Schumann. L'esibizione è curata da Francesca Carola, preceduta dal saggio al pianoforte dell'allieva Greta Venturoli. Ingresso libero, Domenica 13 marzo, ore 17.00
- MIA MAMMA E' UNA MARCHESA, spettacolo-monologo teatrale con Ippolita Baldini che con ironia ripercorre la storia privata di Roberta, metafora di una più generale condizione umana alla ricerca delle 'cose giuste' (marito compreso). Martedì 8 marzo, ore 20.45, Teatro alle Vigne, ingresso a offerta libera.

(Fonte comune di Lodi)
Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali