You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Lodi È tempo di “semina” per l’Adda
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

È tempo di “semina” per l’Adda

LODI- È fissato per sabato il consueto appuntamento autunnale con la “semina” dei pesci dell’Associazione lodigiana pescatori dilettanti.

A partire dalle 10 l’associazione guidata da Giancarlo Magli immetterà nelle acque dell'Adda diverse specie ittiche tipiche dei fiume lombardi. «Si tratta di scardole, persici e tinche per un totale di 6 quintali di pesce che andranno ad arricchire la riserva gestita dall’Associazione» conferma Magli rilevando come, ogni anno, i Pescatori Dilettanti provvedono al ripopolamento dell’Adda sotto lo stretto controllo della Provincia e del Parco Adda Sud.
I pesci saranno immessi in vari punti del fiume, nel tratto di competenza dell’Associazione, vale a dire la zona tra il Belgiardino ed il Capanno in sponda destra e la zona tra il ponte ottocentesco e le “Due Acque” in sponda sinistra.
«Questi interventi sono possibili grazie alle quote associative versate dai pescatori che provvedono sistematicamente anche alla manutenzione ordinaria delle rive ed al controllo periodico della qualità delle acque dell’Adda» rileva il presidente dell’Associazione.
Dopo questa semina è già prevista, nelle prossime settimane, l’immissione in Adda di una delle specie ittiche più caratteristiche del fiume lombardo: il luccio.

fonte: il cittadino/ lodi

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali