Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Milano Da Pierino e il lupo qualche anno dopo... - Di Micha Van Hoecke
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Da Pierino e il lupo qualche anno dopo... - Di Micha Van Hoecke

La favola di Pierino e il Lupo è un classico che resta vivo di generazione in generazione. È una favola musicale che ci ha lasciato in eredità il compositore russo Sergej Prokofiev. Con la semplicità che contraddistingue quest'opera, Pierino, il lupo, il gatto, l'uccello, l'anatra, il nonno e i cacciatori danzeranno, canteranno e reciteranno unendo grandi artisti a giovanissimi talenti emergenti.

di Ashley J. Maffina

 

La favola di Pierino e il Lupo è un classico che resta vivo di generazione in generazione; è una favola musicale che ci ha lasciato in eredità il compositore russo Sergej Prokofiev.

Lui e Natalia Saz, la direttrice artistica del teatro dei bambini di Mosca hanno dato vita a questo progetto didattico per far conoscere e avvicinare i giovani ai vari strumenti musicali che compongono un'orchestra sinfonica e Prokofiev in pochi giorni è riuscito a personificare i protagonisti associando ciascuno di loro al proprio strumento.

E dopo Roma anche a Milano dal 5 al 6 Marzo 2019, al Teatro Parenti, avremo la possibilità di assistere alla rappresentazione teatrale di un classico senza età, rivisitato e giocato. Con la semplicità che contraddistingue quest'opera, Pierino, il lupo, il gatto, l'uccello, l'anatra, il nonno e i cacciatori danzeranno, canteranno e reciteranno unendo grandi artisti a giovanissimi talenti emergenti.

Il genio creativo di Micha Van Hoecke, regista, coreografo e interprete del nonno si fonde in un gioco teatrale danzato con nomi di spicco come Luciana Savignano, Manuel Paruccini, Denis Ganio, Miki Matsuse e Yoko Wakabayashi.

Così Floriana Caroli, Viola Cecchini, Karen Fantasia e Martina Paruccini recitano in una compagnia teatrale di tutto rispetto, tenendo viva la fiamma di un progetto nato in Russia nel 1936 ma che ancora nel 2018 centra l'obiettivo di tramandare giocando la propria esperienza ai ragazzi, con la capacità di avvicinarli e appassionarli a opere colte come quella che interpretano queste giovani attrici.

È semplicemente la magia dell'arte, in tutte le sue sfaccettature.

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…