You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Monza e Brianza Boom di aziende che vendono solo su internet
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Boom di aziende che vendono solo su internet

Lombardia in testa con un giro d'affari da 1,5 miliardi. Milano è la prima provincia lombarda con quasi 700 imprese, seguita da Brescia (146), Varese (143) e Monza e Brianza (137). I dati presentati all'Autodromo di Monza in collaborazione con Google

La Rete è un'opportunità per le imprese? A giudicare dai dati sembra di sì. In Italia sei imprese su 10 hanno un sito web, meno della media europea, ma di poco più avanti della Francia. Le ditte che vendono esclusivamente on line sono aumentate del 21,6% in un anno. Sono più di 8mila le imprese che lavorano nel commercio di prodotti al dettaglio solo via internet. Al top c'è la Lombardia, con oltre 1.500 ditte. Un giro d'affari da 1,5 miliardi di euro.

Milano è la prima provincia lombarda con quasi 700 imprese, seguita da Brescia (146), Varese (143) e Monza e Brianza (137), secondo quanto emerge da una elaborazione e da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese ed Eurostat.

La ricerca è stata presentata nei giorni scorsi all’Autodromo di Monza. “La Mia Impresa Online.it”, promossa dalla Camera di commercio di Monza e Brianza insieme a Google Italia, è stata una giornata di informazione e di training dedicata alle opportunità della rete.

“La Brianza si fonda sulla piccola e media impresa diffusa, da sempre aperta all’esterno,- ha dichiarato Giuseppe Meregalli, Vice Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza - che però necessita di rafforzare le proprie leve competitive [...] Anche perché l’economia della conoscenza e dell’innovazione oggi è l’unica economia capace di poter generare nuovi posti di lavoro e quindi favorire la ripresa”.

La mia Impresa Online.it, è l’iniziativa lanciata da Google, Seat Pagine Gialle, Register.it e Poste Italiane, con lo scopo di avvicinare le piccole imprese al web e favorire la crescita del loro business online. Registrandosi al programma le Pmi avranno la possibilità di realizzare il proprio sito internet ed attivare una piattaforma e-commerce in maniera totalmente autonoma e gratuita, avvalendosi del supporto di un call center in ogni fase del processo.

 

Fonte: www.ilgiorno.it

18/10/2011

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali