You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Monza e Brianza Monza Brianza: imprenditori euroscettici, colpa della Libia
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Monza Brianza: imprenditori euroscettici, colpa della Libia

«Euroscettici». E' così che gli imprenditori lombardi si sentono in questa fase internazionale caratterizzata dalle tensioni in Libia e dai continui sbarchi di immigrati. Villa Reale ha ospitato il convegno «Monza chiama Europa» per fare il punto della situazione sul fronte internazionale

«Euroscettici». E' così che gli imprenditori lombardi si sentono in questa fase internazionale caratterizzata dalle tensioni in Libia e dai continui sbarchi di immigrati. Villa Reale ha ospitato il convegno «Monza chiama Europa» per fare il punto della situazione sul fronte internazionale con il forum delle Camere di commercio italiane dell'Area Europa in collaborazione con Assocamerestero.

 

Tuttavia, da uno studio della Camera di commercio è emerso che oggi come oggi gli imprenditori lombardi si sentono un po' meno europei, lamentando forse l'assenza di una regia comune dell'Unione. Secondo i dati emersi durante l'incontro, al quale ha partecipato anche Roberto Formgoni, presidente della giunta regionale, un lombardo su tre si riconosce di più come italiano, uno su quattro come cittadino del mondo e solo uno su cinque come europeo.

 

«L'Europa delle imprese è una cosa reale, è fatta di consuetudini, di partnership, di partecipazioni incrociate per competere su un mercato sempre più globale – ha dichiarato Carlo Valli, presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza. La rete delle Camere di commercio italiane all'estero, è in grado di offrire alle imprese un sostegno effettivo, soprattutto a quelle piccole e medie imprese con servizi e piattaforme dedicate in ogni Paese». In ogni caso l'Europa resta per le imprese lombarde il principale mercato di riferimento globale, rappresentando oltre il 70% sul totale dell'interscambio (oltre 147 miliardi di Euro). Germania e Francia sono i Paesi europei con cui la Lombardia commercia di più: con rispettivamente oltre 35 e 23 miliardi di euro rappresentano il 24% ed il 16% sul totale dell'interscambio commerciale Lombardia – Europa. Seguono i Paesi dell'Est Europa con oltre 23 miliardi di Euro (15,8%). «Questo forum, dove le Camere di commercio italiane in Europa si incontrano a Monza, – ha proseguito Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano – è un momento significativo di confronto per il rilancio della nostra economia oggi sempre più connessa a una realtà globale. L'Europa rappresenta il punto di riferimento per le nostre imprese, concentrando il 70% di tutti gli scambi internazionali della Lombardia».

 

Riccardo Rosa    

 

Venerdì 08 Aprile 2011 

 

http://www.mbnews.it/economia/100-economia/18275-camera-commercio-mb-imprenditori-lombardi-euroscettici-per-colpa-della-libia.html

 

 

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali