You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Monza e Brianza Treni, riparte la Saronno-Seregno Il 9 dicembre tutti in carrozza
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Treni, riparte la Saronno-Seregno Il 9 dicembre tutti in carrozza

Seregno - Nove dicembre 2012. A 125 anni, quasi esatti, dal primo storico viaggio di un treno sulla tratta, la Saronno-Seregno tornerà in funzione. L'annuncio era stato dato a maggio, durante l'ultimo sopralluogo delle autorità sul cantiere rimasto aperto per due anni, ed è stato ribadito la scorsa settimana, durante il primo passaggio ufficiale di un vagone passeggeri, riservato a politici e amministratori della zona, sui restaurati binari della linea.

«I lavori, come previsto, saranno conclusi per tempo, in modo tale da arrivare pronti alla data del cambio orario ferroviario invernale - ha dichiarato Norberto Achille, presidente del Gruppo Fnm - Questa linea consentirà ai treni che viaggiano in direzione est-ovest e viceversa di evitare l'attraversamento del nodo ferroviario di Milano, di decongestionare il traffico sul capoluogo e di favorire la mobilità dei pendolari e delle merci. Con questo progetto si conclude un lungo percorso, frutto di un grande lavoro portato avanti insieme a Regione Lombardia ».

Particolarmente soddisfatto anche il consigliere regionale ed ex assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo. «Quest'opera è stata completata rispettando costi e tempi previsti grazie alla perizia di progettisti, dirigenti e operai. Pur non essendo più assessore, ho voluto essere presente, anche per una ragione affettiva: rimango legato alle opere che stiamo portando a termine; in più la Saronno-Seregno è anche vicina alla mia storia personale. Consegneremo un'infrastruttura che darà 68 treni al giorno ai cittadini di questo territorio. Questo è il simbolo di una Regione che lavora per i suoi cittadini e consegna risultati concreti».

fonte: il cittadino/monza

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali