You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Monza e Brianza Anche un mantovano tra i protagonisti della “Quasi leggenda del Lambro”
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Anche un mantovano tra i protagonisti della “Quasi leggenda del Lambro”

Durante la Settimana UNESCO 2012 dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile, il Parco della Valle del Lambro (che interessa il territorio di 3 ex province : Monza Brianza, Lecco e Como e che ha sede a Triuggio - MB), organizza due eventi che concludono il progetto di educazione ambientale ideato dall'Istituto Green Man di Monza.

Il progetto dal nome "Lambro: i sentieri della memoria", è riconosciuto da Regione Lombardia e co-finanziato da questa e dal parco stesso.

Ecco il programma:

 

1) Venerdì 23 Novembre 2012 - TRIUGGIO - sede del parco - Via Vittorio Veneto, 19  ORE 12 - Presentazione del progetto "Lambro: i sentieri della memoria" e del volume "Con il fiume nel cuore", che ripercorre in chiave ecoletteraria la storia ambientale del Lambro dal 1894 al 2010. Romanzo di Roberto Albanese pubblicato dall'editore Il Cartiglio Mantovano. Tra i personaggi del romanzo vi è un mantovano trasferitosi a Milano e in Brianza, Guido Susani (1824 – 1892). Il Susani nelle sue proprietà di Rancate di Triuggio fece importanti esperienze scientifico-imprenditoriali nel settore della gelsibachicoltura e della produzione del seme bachi, utilizzando le più avanzate metodologie scientifiche ideate dallo studioso francese Louis Pasteur, con il quale Susani cooperava, che lo resero molto noto anche a livello internazionale. Queste vicende fanno parte della trama del romanzo.

La conferenza stampa si terrà proprio nello stabile che Guido Susani  donò come Municipio modello al Comune di Triuggio. Intervengono:

- il Presidente del parco della valle del Lambro avv. Eleonora Frigerio;

-il Sindaco del Comune di Sovico,  Alfredo Colombo;

- rappresentante della DG Ambiente, energia e reti di Regione Lombardia;

- il Presidente dell'Istituto Green Man, dott. Vito Ciriello;

- la responsabile delle Edizioni Il Cartiglio Mantovano, dott.ssa Monica Bianchi;

- rappresentante del Consorzio culturale Villa Greppi di Monticello che ha collaborato al progetto;

 

2) Domenica 25 Novembre 2012 - SOVICO - località Molino Bassi di Sovico. ORE 15 - Inaugurazione, in collaborazione con il Comune di Sovico, dell'installazione "Il Mulino dei cittadini del fiume: ecosito-storico-artistico letterario della valle del Lambro". La struttura e i lavori di riqualificazione dell'area di Molino Bassi, curati dallo straff dell'ecocentro dell'ente Fiera del Castello di Belgioioso,  caratterizzeranno quest'area del parco come spazio memoriale all'aperto dedicato all'ecocittadinanza, che visualizza e valorizza l'impegno di  antica data dei cittadini e delle istituzioni a difesa dell'ecologia e del paesaggio del fiume Lambro, iniziato con la petizione degli abitanti di Molino bassi del 3 ottobre 1894 (la più antica petizione ecologica d'Italia) e che prosegue ai giorni nostri, come è avvenuto durante il disastro Lombarda Petroli. Pensato per i turisti e per le visite didattiche, valorizza l'impegno di cittadini, servizi del Parco, GEV, studenti, docenti, studenti e famiglie manifestatosi durante l'emergenza del febbraio 2010.

In occasione dell'evento di domenica, la compagnia teatrale Contardo  Ferrini di Sovico curerà la lettura drammatizzata di stralci del romanzo. Accompagnamento musicale di Raffaele Nobile.

Informazioni possono essere richieste a: info@parcovallelambro.it o telefonando al parco della valle del Lambro (0362.970961).

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali