You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Monza e Brianza Seregno e l’esperienza dei migranti: “Ci siamo anche noi” e appuntamento al 3 febbraio
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Seregno e l’esperienza dei migranti: “Ci siamo anche noi” e appuntamento al 3 febbraio

Nella Giornata mondiale delle migrazioni, domenica, Seregno ha proposto l’incontro “Ci siamo anche noi” al Piccolo Cottolengo don Orione per un confronto sull’esperienza di accoglienza di un gruppo di migranti africani. Nuovo appuntamento il 3 febbraio al cinema.

Il Piccolo Cottolengo don Orione di via Verdi a Seregno ha ospitato domenica 17 gennaio, giornata mondiale delle migrazioni, l’incontro sul tema “Ci siamo anche noi”, voluto per fare il punto della situazione sull’esperienza di accoglienza di un gruppo di migranti africani. La mattinata ha visto confrontarsi il direttore della struttura orionina don Graziano De Col, il presidente del Consorzio Comunità Brianza Roberto D’Alessio ed il vicesindaco di Seregno Giacinto Mariani.

L’appuntamento è stato caratterizzato anche dalla testimonianza di migranti di ieri e di oggi. In modo particolare, questi ultimi hanno raccontato le peripezie che li hanno visti protagonisti nel loro viaggio verso l’Italia, nella speranza di trovare le condizioni per un futuro migliore.
Sempre per sensibilizzare su questa tematica, un tavolo di associazioni composto da Circolo culturale San Giuseppe, Circolo culturale Umana Avventura, Centro di ascolto della Caritas, Caritas cittadina di Seregno, Acli, scuola di italiano per stranieri Culture senza frontiere, associazione Auxilium India ed associazione Carla Crippa ha proposto per mercoledì 3 febbraio, alle 21, al teatro San Rocco di via Cavour 83 a Seregno, la proiezione del film “Timbuktu”, per la regia di Abderrahmane Sissako.

fonte: il cittadino di monza

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali