You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Pavia In 150 per il «bikepride» d’autunno
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

In 150 per il «bikepride» d’autunno

Giro per Pavia in bicicletta per segnalare i punti critici della città

 

Un allegro trillare di campanelli ha invaso Piazza Leonardo da Vinci trasformata in piazza della Bicicletta con tanto di intitolazione. Si è svolto infatti nel pomeriggio di sabato 13 ottobre, il “Bike Pride”, la pedalata ecologica, organizzata da Legambiente, Ciclofficina popolare e Movimento salva ciclisti. "Con questa manifestazione –ha spiegato Paolo Colucci di Ciclofficina -, vogliamo sensibilizzare il comune riguardo la manutenzione e lo stato delle piste ciclabili, spesso scollegate tra loro, in cattive condizioni e alcune volte inagibili". Il gruppo di ciclisti, una volta lasciata Piazza da Vinci, goliardicamente ribattezzata piazza della Bicicletta, si è spostato verso i punti più critici e pericolosi per gli amanti delle due ruote a pedali."Durante la pedalata – ha aggiunto Colucci – ci fermeremo in punti per noi poco sicuri, come Lungo Ticino, via Tasso e Porta Garibaldi per posare dei finti cartelli stradali, al fine di sottolineare i rischi a cui ogni giorno siamo esposti. Inoltre riteniamo sia impensabile che tra Pavia e San Martino, non ci sia un tratto riservato alle biciclette". "La nostra è una città piccola, ma con un alto numero di incidenti – ha ricordato Giovanni Fustilla, presidente di Legambiente Pavia, circolo Barcé – si deve fare qualcosa, il comune deve incentivare e migliorare i tratti ciclabili. In certi punti questi finiscono davanti a muri o nel mezzo di incroci, non è ammissibile". Tanti i partecipanti, bambini, giovani e adulti, tutti decisi a sottolineare l’importanza della giornata e delle richieste. "Ci piacerebbe – ha dichiarato Ilaria Cobianchi –, che ci fosse maggior attenzione a chi come noi cerca di incoraggiare l’uso della bici rispetto alla macchina". "Si tratta di un modo per vivere ancora di più a contatto con Pavia – spiega Margherita, con il papà Giuseppe – sono felicissima". Mercoledì sera il gruppo si dà invece appuntamento in Sala San Martino Tour alle 21, per un incontro con gli amministratori comunali, con lo scopo discutere e ascoltare le proposte per un miglioramento della situazione.

 fonte: la provincia pavese

 

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali