You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Sondrio L’ente montano per l’estate 31 tappe d’arte e musica
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

L’ente montano per l’estate 31 tappe d’arte e musica

SONDRIO - La Comunità montana Valtellina di Sondrio si conferma in prima fila per la promozione e la valorizzazione del territorio attraverso eventi che ne mettano in risalto le migliori peculiarità: è infatti stato presentato ieri con questo spirito il programma di “Estat’Arte 2013”, calendario di manifestazioni organizzato dall’ente con il sostegno della fondazione Pro Valtellina onlus e che prevede ben 31 appuntamenti.
Si comincia domenica alle 21 con il concerto, il numero 144 della sua storia, dell’orchestra di fiati della Valtellina alla chiesa di San Pietro di Berbenno. L’orchestra eseguirà alcuni brani di Verdi, Hagen, Wagner e Reed per un appuntamento imperdibile non solo per la qualità delle esecuzioni musicali, ma anche per la cornice affascinante e suggestiva in cui queste verranno eseguite. All’interno di “Estat’Arte 2013” sono poi compresi tutti gli avvenimenti di AmbriaJazz, la rassegna di musica jazz ormai ampiamente consolidata sul territorio valtellinese e altre iniziative di stampo culturale e musicale fino al 28 settembre: a proporle 12 distinte associazioni (fondazione Albosaggia, ForteMente, I giorni della pietra, Le serate musicali, Mondo cultura, Musica Viva, il laboratorio teatrale “Oltre la parola”, l’orchestra Fiati della Valtellina, Rock & Rhodes, The Celtic Harp Orchestra e Una montagna di suoni). «La stagione musicale e culturale estiva della Comunità montana Valtellina di Sondrio - ha sottolineato il presidente dell’ente Tiziano Maffezzini - ha anche lo scopo di raccordare e armonizzare le proposte tra le diverse associazioni attive nel nostro territorio. Queste realtà operano con passione e si basano essenzialmente sul volontariato e hanno spesso l’importante funzione di coesione sociale e di promozione del territorio. Sentiamo quindi il dovere di valorizzare e sostenere queste esperienze perché costituiscono una vera ricchezza per la nostra comunità». Legata ai concerti di “Estat’Arte” è anche un’altra iniziativa, promossa dal consorzio turistico di Sondrio e Valmalenco e il Circolo fotografico Città di Sondrio con il patrocinio della stessa Comunità montana: un concorso fotografico che abbia come tema le performance dei musicisti e i luoghi suggestivi che ospiteranno i concerti.Gli scatti (regolamento del concorso su www.sondrioevalmalenco.it) dovranno per l’appunto cogliere e trasmettere la fusione tra performance musicale, contesto ed emozione della partecipazione. I premi sono di 250 euro per la migliore fotografia e di 100 euro per il miglior scatto di un “under 20”.«La nostra fondazione - ha spiegato Marco Dall’Acqua, presidente della fondazione Pro Valtellina onlus - come anche fondazione Cariplo è tradizionalmente impegnata nel sostegno delle attività culturali del territorio, dando loro il massimo supporto, e in particolare a quelle iniziative che producono in fatti concreti il tema trasversale della coesione e innovazione in campo sociale. Si crea in tal modo un’opportunità di condivisione di contenuti ed esperienze per le nuove generazioni, mai come in questo tempo desiderose di momenti di aggregazione». Il programma completo delle iniziative previste nel calendario di “Estat’Arte 2013” è consultabile sul sito web della Comunità montana Valtellina di Sondrio.
Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali