You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Sondrio Trenino rosso con sconti
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Trenino rosso con sconti

Una famiglia italiana media, quella composta da due genitori e due figli, oggi come oggi quando deve scegliere per una gita fuori porta guarda bene quanto deve sborsare. E il trenino rosso non è esattamente un viaggio economico, seppure sicuramente indimenticabile. In un periodo di ristrettezze per tutti, insomma si fa quel che si può. Consapevole di queste difficoltà la Ferrovia retica, che con l'utenza italiana lavora molto, ha pensato ad una promozione autunnale dedicata proprio alle famiglie

Fino al 31 dicembre a un prezzo speciale mamma, papà e figli (fino a un massimo di quattro) potranno gustare un viaggio sulla "freccia rossa". «Abbiamo studiato questa offerta - spiegano dalla Ferrovia retica - proprio per cercare di favorire e recuperare un target che, a causa esclusivamente del tracollo del valore dell'euro rispetto al franco svizzero, è stato il più penalizzato. Il cambio sfavorevole della moneta europea rispetto al franco aveva allontanato molte famiglie italiane lo scorso anno. Avevamo ideato questa proposta già la scorsa primavera e il riscontro c'era stato, dunque, conclusi i mesi estivi, abbiamo pensato di riproporla per l'autunno e le vacanze natalizie». La formula è valida con partenza da Tirano o da Poschiavo fino a St. Moritz attraverso la linea del Bernina, patrimonio mondiale Unesco, passando peraltro per il punto più alto di tutta la ferrovia retica, ovvero i 2.253 metri sul livello del mare di Ospizio Bernina. Fino al 31 dicembre si potrà viaggiare, dunque, lungo la tratta Tirano-Sankt Moritz, in seconda classe, con un unico biglietto a 87 franchi (andata e ritorno).

La spesa corrisponde a circa 73 euro e consente di "salire in carrozza" a un gruppo familiare composto da due genitori con un massimo di 4 figli. Il viaggio vantaggioso è disponibile anche con partenza da Poschiavo, ed è possibile scegliere l'opzione di prima classe. I biglietti sono acquistabili alle stazioni di Tirano e Poschiavo, nonché i punti vendita ufficiali della Ferrovia retica in Italia. La famiglia (almeno un genitore e un ragazzo fino ai 15 anni di età compiuti) viaggia con un unico biglietto, valido per un numero massimo di sei persone (al massimo due adulti/genitori e quattro ragazzi) della validità di due giorni.

Il viaggio si farà sulle carrozze regionali, non sul Bernina Express, ma ai ragazzi poco importa questa differenza, visto che con l'imbiancata che le recenti nevicate hanno regalato al paesaggio, percorrere su rotaia i saliscendi del trenino rosso del Bernina da Tirano fino a St. Moritz deve essere davvero un'esperienza suggestiva.

 fonte: la provincia di sondrio

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali