You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Province Lombarde Articoli Varese Il Carnevale sfila a Varese Poi after hours per i giovani
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Il Carnevale sfila a Varese Poi after hours per i giovani

VARESE Sabato 9 febbraio si apre il Carnevale Bosino 2013. Torna il tradizionale appuntamento con le maschere e i carri allegorici organizzato dalla Famiglia Bosina in collaborazione con il Comune di Varese e la Provincia di Varese.

Il programma è stato presentato questa mattina dall'assessore alla Cultura Simone Longhini e dalla Famiglia Bosina con Cicita Sottocasa Barlocc, il Re Bosino Natale Gorini e il Pin Girometta, Loris Baraldi: «Vorrei sottolineare due aspetti – spiega l'assessore Longhini - Innanzitutto non abbiamo voluto rinunciare a un momento di festa e divertimento rivolto principalmente ai bambini. Abbiamo però ridotto lo stanziamento per l'organizzazione del 20 per cento. E' importante inoltre valorizzare le tradizioni locali. Il Carnevale attrae molta gente anche da fuori Varese: una festa da mantenere viva».
La Famiglia Bosina ha spiegato nel dettaglio il programma. Per una settimana Varese sarà “guidata” dal Re Bosino, dopo la consegna delle chiavi della città da parte del sindaco, proprio sabato 9 febbraio, con una cerimonia alle 15.30 a Palazzo Estense, Sala Matrimoni in apertura dei “festeggiamenti”. Poco prima, alle 15, corteo storico dalla stazione Fnm fino a Palazzo Estense, con il Re bosino e le autorità.
In settimana appuntamenti per i più piccoli: giovedì 14 febbraio, alle 15, Pallina e la Magia delle Bolle di spaote porterà divertiment tra i piccoli pazienti della pediatria dell'Ospedale del Ponte, mentre venerdì, dalle ore 14 all'ATA Hotel premiazione della “Mascherina della Famiglia bosina”. Alla sera si balla con l'after hours per i giovani…in maschera ballando! Sabato 16 febbraio l'evento clou: dalle ore 14.30, sfileranno i carri e i gruppi allegorici nel centro di Varese, a ritmo di samba-batucada in compagnia dei Forteza, con distribuzione di vin brulè e zucchero filato.
Il discorso finale del Re Bosino sarà alle 16.30 in piazza Repubblica, con la premiazione dei carri, danze brasiliane a ritmo di samba e lo spettacolo finale in compagnia dei “balòss della Varesina” e musica con dj Giulio e il gruppo “Musica libera”.

Programma sabato 9 febbraio
Ore 15 Stazione F.N.M Corteo storico e consegna delle chiavi della città Corteo storico fino a Palazzo Estense con carrozza, Re Bosino e Autorità. Percorso: via Morosini, piazza XX Settembre, via V.Veneto, corso Moro, piazza Monte Grappa, via Marcobi, via Sacco. A seguire, alle ore 15.30, nella Sala Matrimoni di Palazzo Estense consegna delle chiavi della città da parte del sindaco al Re Bosino

Giovedì 14 febbraio

Ore 13 Centro diurno disabili Anaconda via Rainoldi Animazione con spettacolo: Pallina farà divertire i bambini e gli adulti presenti coinvolgendoli con la magia delle bolle di sapone e tanto divertimento ore 15 reparto pediatria, Ospedale “Filippo Del Ponte” Animazione con spettacolo: Pallina farà divertire i bambini e gli adulti presenti coinvolgendoli con la magia delle bolle di sapone e tanto divertimento

Venerdì 15 febbraio
Ore 14 Ata Hotel via Albani, 73 Premiazione "Mascherina Famiglia Bosina" Programma: sfilata dei bambini in maschera “Carnevale con i supereroi”; spettacoli di clowneria e magia. Ingresso libero (l'Ata Hotel è raggiungibile con linea bus P e B e dispone di ampio parcheggio) Ore 20.30 AfterHours per i giovani, in maschera ballando

Sabato 16 febbraio
Ore 14.30 centro città Il carnevale in centro ... Sfilata dei carri e dei gruppi allegorici con bande musicali; distribuzione vin brulè e zucchero filato, banchi gastronomici. Alle 16.30 in piazza della Repubblica discorso del Re Bosino, premiazione carri e gruppi, esibizione finale delle bande, gran finale del Carnevale.

 

fonte: la provincia di varese

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali