Tu sei qui: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Cultura e curiosità Argentina: nelle scuole della provincia di Cordoba, l’insegnamento della lingua e cultura italiana diventa scolastico
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Argentina: nelle scuole della provincia di Cordoba, l’insegnamento della lingua e cultura italiana diventa scolastico

ARG Cordoba 22 giugno 2018 - Firma del programma di collaborazione culturale per la promozione dell’insegnamento della lingua e cultura italiana nelle scuole della provincia di Cordoba

 

 

di Monia Rota

 

 

Nella sede del Governo della Provincia di Cordoba, il Governatore Juan Schiaretti e l’Ambasciatore d’Italia in Argentina, Giuseppe Manzo hanno proceduto alla firma del Programma di collaborazione culturale per la promozione dell’insegnamento della lingua e cultura italiana nelle scuole della Provincia di Cordoba.

 

Il Programma mira a rafforzare i contenuti dell'Accordo di Collaborazione culturale tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica Argentina firmato nella capitale argentina il 6 aprile 1998, declinandoli su un piano regionale attraverso il diretto coinvolgimento del Consolato Generale a Cordoba.

 

L’intesa rappresenta il presupposto per l’inserimento dello studio dell’italiano a livello curricolare nel sistema educativo della Provincia, prevedendo il coinvolgimento di 27 scuole locali. La collaborazione, che avrà una durata di 3 anni rinnovabili, raggiungerà in tal modo oltre 5.000 studenti.

 

In seguito alla firma del Programma di collaborazione culturale, il Console Generale d’Italia a Cordoba Tiberio Schmidlin e il Presidente del locale Ente promotore della lingua e cultura italiana Federdante hanno firmato un atto complementare in base al quale Federdante si farà carico delle attività previste dall'intesa, potendosi avvalere anche di contributi ministeriali. (fonte news e foto: Farnesina)

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Dall'Italia si continua a partire

Si dice e si ripete che dal 1973 l’Italia non è più terra di emigrazione. Si tratta però di un’affermazione vera solo a metà. In quell’anno si è registrato infatti lo storico sorpasso fra chi parte dal nostro paese e chi decide di trasferirvisi. Questo non vuol dire che non si parta più.continua>>
Altro…