You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Dal mondo sociale Dal 16 gennaio all`Alma Argentina l’asado originale
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Dal 16 gennaio all`Alma Argentina l’asado originale

Enogastronomia argentina tra pelli, stivali, oggettistica, fotografie e quadri provenienti e ispirati dal paese sudamericano

Enogastronomia argentina tra pelli, stivali, oggettistica, fotografie e quadri provenienti e ispirati dal paese sudamericano. L`Alma Argentina di Genova Foce (Via Magnaghi 26r, 010/5536626, www.almaargentina.com), ripropone la sua vena bianco celeste in tavola.

 

I titolari Sebastian Gamboa e Roberta Granato  danno infatti la possibilità di usufruire del locale per cene private, serate rigorosamente su prenotazione, per ritrovarsi con gli amici nei locali della Foce e soprattutto gustare un succulento Asado fatto da argentini, con carne argentina. Sarà così possibile organizzare delle serate gastronomiche a base della mitica carne dei gauchos. La carne e la sua produzione sono del resto in Argentina una tradizione centenaria.

Dalla seconda metà dell`Ottocento, con l`invenzione delle celle frigorifere e la loro introduzione sulle navi, il Paese sudamericano è divenuto, grazie alle sue infinite praterie e ai suoi allevamenti, uno dei maggiori esportatori di carne del mondo. Un primato economico che ha i suoi risvolti anche sul piano meramente gastronomico: in Argentina il piatto nazionale non poteva che essere un grigliata mista di carne, il famoso asado.

Il nome non è altro che la traduzione spagnola di arrosto, ma non un arrosto qualsiasi, per gli argentini asado è l`Arrosto per eccellenza, l`unico modo di concepire la cottura della carne.

La tradizione dell`asado si lega a doppio filo con l`epopea dei gauchos, i leggendari mandriani meticci che conducevano il bestiame lungo le distese sterminate delle Pampas: a loro si deve la nascita dell`asado e l`elaborazione di numerose varianti, tra cui l`asado con cuero, che si fa sotterrando un bue o un vitello, con tutta la pelle, in una fossa dove il fuoco brucia per ore e ore.

In ogni caso l`asado più spettacolare è l`asado a la cruz (alla croce) o a la reja (all`inferriata): si infilzano quarti di carne in grandi spiedi di metallo e si conficcano nel terreno, intorno ad un fuoco tenuto sempre ardente fino alla cottura finale.

Una ricca grigliata con contorni e accompagnamento di Vinos del Monteconejo, proveniente direttamente dalla regione di Rosario (www.fincasdelrosario.com.ar),  costa 25 € a persona. Informazioni: 010/5536626, www.almaargentina.com                        

 

 

Jorge Garrappa Albani – Redazione Argentina

jgarrappa@hotmail.com - www.lombardinelmondo.org

 

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali