You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Dal mondo sociale Donne lombarde nella Storia, 4
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Donne lombarde nella Storia, 4

Carolina Magistrelli nasce a Mantova nel 1858. Tra l’aprile 1880 e il febbraio 1882 ottiene quattro borse di studio straordinarie di perfezionamento in chimica, in scienze naturali e in geologia effettuando ricerche sperimentali

14 giugno 1858 (Mantova) 1939

Profilo biografico

Nata a Mantova, Carolina Magistrelli si iscrive nel 1875 alla Scuola normale di Firenze, dove conosce la compagna di corso Evangelina Bottero, con la quale condividerà molti anni di studio e di carriera come insegnante. Dopo aver ottenuto il diploma, la Magistrelli tenta con la Bottero di iscriversi all’Università: vengono ammesse nel 1880 al secondo anno della Facoltà di scienze fisiche, matematiche e naturali di Roma dopo un anno da "studente uditore".

Tra l’aprile 1880 e il febbraio 1882 ottiene dal Ministero della pubblica istruzione quattro borse di studio straordinarie di perfezionamento in chimica, in scienze naturali e in geologia, effettuando ricerche sperimentali e laureandosi in  scienze naturali nel 1881.

 

L’anno successivo viene assunta all'Istituto superiore di magistero, fondato a Roma nello stesso anno: vi insegnerà scienze naturali fino all’anno della pensione, nel 1922, divenendone anche direttrice e insegnandovi per un certo periodo anche igiene e antropologia supplendo Maria Montessori. Avrà l’incarico anche di professore ordinario di scienze fisiche e naturali presso la Scuola tecnica femminile di Roma.

 

Pubblica nel 1883, insieme con Evangelina Bottero, il volume Il telefono, edito da Loescher: inserito nella collana «Biblioteca di scienza popolare», era un manuale di alto livello divulgativo, destinato a studenti universitari e tecnici.

 

Prosegue da sola la stesura di manuali, pubblicando nel 1888 a Roma con Paravia nella «Biblioteca di scienze fisiche, matematiche e naturali» i due volumi per le scuole tecniche e superiori Elementi di botanica (che avranno una seconda edizione riveduta ed ampliata alcuni anni dopo) e Elementi di zoologia, ai quali seguiranno nella stessa collana Elementi di fisica del 1890 e Elementi di chimica e mineralogia nel 1891.

 

All’intensa attività pubblicistica di divulgazione, Carolina Magistrelli affianca la partecipazione al dibattito sulla condizione femminile di quegli anni con il piccolo volume Conoscere ed amare nell'emancipazione della donna, edito da Loescher nel 1886.

Cosa dicono di lei

Nella prefazione a Il telefono, pubblicato da Carolina Magistrelli con Evangelina Bottero nel 1883, l'illustre fisico Pietro Blaserna raccomanda il volume in quanto scritto con «chiarezza e sobrietà», e perché vi si può «legge[re] con interesse» della «teoria del telefono, che non è tanto semplice quanto si potrebbe supporla; e non è cosa facile il darne la spiegazione, perché questa richiede svariate conoscenze nei vari campi della fisica» [Bottero, Magistrelli, 1883, p. I].

 

Di Francesca Patuelli

 

Scritti

E. Bottero, C. Magistrelli, Il telefono, Torino, E. Loescher, 1883

C. Magistrelli, Conoscere ed amare nell’emancipazione della donna, Torino, E. Loescher, 1886

C. Magistrelli, Elementi di botanica, Torino, G. B. Paravia, 1890

C. Magistrelli, Elementi di zoologia, Torino, G. B. Paravia, 1890

C. Magistrelli, Elementi di fisica ad uso delle scuole normali, tecniche, ecc., Torino, G. B. Paravia, 1890

C. Magistrelli, Elementi di chimica e mineralogia ad uso delle scuole normali, tecniche, ecc.,Torino, G. B. Paravia, 1891

 

Fonti bibliografiche:

Fascicolo personale Archivio Centrale dello Stato, Ministero pubblica istruzione, Direzione generale istruzione superiore, Fascicoli personale insegnante e amministrativo, II versamento, 1° serie, B. 86

F. Pesci, L’istruzione superiore nei magisteri femminili dal 1878 al 1923, in «Educazione e scuola», a. VIII, n. 32, ottobre-dicembre 1989

P. Govoni, Donne e scienza nelle università italiane, 1877-2005, in Storia, scienza e società. Ricerche sulla scienza in Italia nell’età moderna e contemporanea, a cura di P. Govoni, Bologna, CIS, 2006

P. Govoni, Studiose e scrittrici di scienza tra età liberale e fascismo. Il caso Bottero e Magistrelli, in T. Bertilotti, M. P. Casalena (a cura di), Esercizi di stile, in «Genesis», vi/1, pp. 65-89

 

Fonte:

http://www.emscuola.org

 

Patrizia Marcheselli

Portale Lombardi nel Mondo

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali