You are here: Home Lombardi nel Mondo Nazioni Argentina/Uruguay Articoli Dal mondo istituzionale e delle associazioni Tra Italia e Argentina, rapporti politici in grande miglioramento
Accedi a ..
Ospitalità Mantovana .....
logo-albergo-hotel-bianchi-mantova.png
In Evidenza ...

Tra Italia e Argentina, rapporti politici in grande miglioramento

Il Sottosegretario Marta Dassù si è recata a Buenos Aires in occasione dell’insediamento di Cristina Fernandez de Kirchner per il secondo mandato alla presidenza

L’Italia vuole confermare e approfondire il nuovo corso dei rapporti bilaterali con l’Argentina e sviluppare ulteriormente le relazioni politiche, economiche e commerciali, anche attraverso la rimozione dei problemi di accesso al mercato argentino e delle basse tariffe dei servizi pubblici lamentati dalle imprese italiane. È questo il messaggio portato dal Sottosegretario Marta Dassù a Buenos Aires, in occasione dell’insediamento di Cristina Fernandez de Kirchner per il secondo mandato alla presidenza dell'Argentina.

Con l'Argentina ci sono "grandi miglioramenti nei rapporti politici", anche se sul fronte commerciale permangono problemi per le piccole e medie imprese italiane, ha ricordato il Sottosegretario, che incontrando il Ministro degli Esteri Hector Timerman ha portato una lettera del Ministro Terzi in cui “si conferma l’intenzione di sviluppare rapporti privilegiati e preferenziali” tra i due Paesi.

L’Italia ha chiesto all'Argentina di voler co-presiedere per la prossima scadenza la Conferenza Italia-America Latina e Caraibi, che si tiene ogni due anni, e "Timerman ha accettato con molto entusiasmo", ha aggiunto Dassù, precisando che "la trama di fondo dei rapporti bilaterali" con Buenos Aires è quella di "un grande miglioramento nei rapporti politici".

Sul fronte economico, ha spiegato Dassù, “ci sono grandi gruppi italiani presenti da anni nel Paese che prevedono nuovi investimenti nel Paese, anche se c'è un problema specifico riguardante le piccole e medie imprese sul fronte commerciale”. Il Sottosegretario ha riferito di averne discusso con Timerman: “È nostra intenzione - ha sottolineato - fare appunto tutto il possibile, a fronte di procedure commerciali che appaiono troppo lente" da parte di Buenos Aires.

Tutta l’America Latina, in quanto “nuovo mondo economico che si muove al di là dei colossi che conosciamo”, rappresenta un’area rilevante per l’Italia, anche in vista "di una crescita dell'export e della ricerca di nuovi mercati", ha ricordato il Sottosegretario, che a Buenos Aires ha incontrato anche il Ministro degli Esteri messicano Patricia Espinosa ed il Ministro colombiano Maria Angela Holguin. In particolare, il Messico si avvicenderà con la Francia alla Presidenza del G20: nella sua agenda ci saranno temi come la “regulation” e l’architettura finanziaria internazionale e la crescita verde come nuova guida dello sviluppo. In questo contesto, ha reso noto Dassù, l’Italia avrà un ruolo di coordinamento nelle aree dell'energia e l'ambiente. (ItalPlanet News)

Document Actions
Share |
Editoriale

Giovani italiani all’estero: rientro, popolamento e solidarietà

Workshop organizzato per mettere a punto le proposte emerse nel seminario organizzato l’11 ottobre u.s., presentato a sua volta dal giornalista Luciano Ghelfi e introdotto dallo storico Emilio Franzina, moderato in entrambe le occasioni da Gianni Lattanzio, ha visto entrambe le volte la partecipazione di consiglieri del CGIE, esponenti politici quali i deputati Fucsia Fritzgerald Nissoli (FI) Gianni Marilotti (5 Stelle) e Massimo Ungaro (PD) e poi Simone Billi, Presidente del Comitato per gli Italiani all’Estero della Camera dei Deputati (Lega) e la Senatrice Laura Garavini (PD), quindi esperti come Toni Ricciardi (Università di GINEVRA), Maddalena Tirabassi (Direttrice Centro Altreitalie sulle Migrazioni Italiane, Globus et Locus) Riccardo Giumelli (Università di Verona), Delfina Licata (Fondazione Migrantes) e Franco Pittau (Centro Studi Idos). Le conclusioni del workshop sono state affidate al Dir. Gen. per gli Italiani all’Estero e Politiche Migratorie del MAECI, Amb. Luigi Maria Vignali, e all’On. Fabio Porta, del coordinamento del Comitato. continua>>
Tutti gli Editoriali